Basket: la Sutor si prepara alla trasferta di Pesaro, 'settimana di intensità e dedizione'

sutor 30/12/2012 - Nella consueta conferenza stampa del venerdì, coach Recalcati ha presentato la partita di domenica 30 a Pesaro (ore 18.15 all’Adriatic Arena). Le prime parole del coach sono dedicate alla settimana trascorsa dalla sua squadra

“E’ stata una settimana in cui abbiamo lavorato bene, con intensità e dedizione, senza problemi fisici: Burns ha recuperato, anzi in questi giorni è andato fortissimo in allenamento, Di Bella sta soffrendo per le ginocchia come ormai da tempo, ha un po’ cambiato la terapia in questi giorni, per cercare di preservarlo, ma in ogni caso sarà in campo.

C’è stata grande applicazione: dopo ogni brutta sconfitta i giocatori sono più disponibili all’analisi, e quindi i ragazzi sono stati messi davanti alle proprie responsabilità, abbiamo visto i nostri numeri e in cosa stiamo mancando. Inoltre abbiamo fatto più cinque contro cinque, senza ragionare molto sulla tattica, anche perché Pesaro è nuova e non potevamo preparare più di tanto sull’avversario.

In questi due giorni” continua “completeremo la preparazione, considerando che Pesaro avrà un nuovo giocatore e quindi dovremo parlarne alla squadra, cercando di spiegare cosa cambierà, e poi saremo pronti per questa partita fondamentale. E’ evidente che il campionato non finisce domenica, quindi non avremo un verdetto definitivo in ogni caso, ma ci serve la vittoria.

Ne abbiamo bisogno e la vogliamo fortemente". Sull’avversaria, la Scavolini Pesaro, Recalcati dice: “È un’avversaria diretta, quindi la gara ha un valore particolare, soprattutto se giochi in trasferta. Troveremo una squadra con voglia di vincere, il risultato positivo gli manca da tanto. Sono una squadra nuova, non è quella che ha perso 9 partite in fila, ha fatto cambi che secondo loro erano necessari, avranno giocatori nuovi, di qualità, e vedremo anche il nuovo play, Thomas, che impatto avrà.

È un buon giocatore, a Belgrado si è scontrato con una realtà difficile, quindi si è trovato male, ma questo non tragga in inganno perché vale più di quel che ha mostrato”. Sulla partita e su cosa potrà fare la differenza l’allenatore gialloblù dice: “Mi aspetto una gara nervosa, tesa, e vincerà chi esprimerà il proprio potenziale nonostante questa tensione. Noi però conosciamo il nostro, loro si conoscono un po’ meno perché devono scoprire come sono coi nuovi.

Abbiamo le stesse ambizioni, siamo più o meno nella stessa situazione, e in questi casi la partita può essere decisa da episodi, ma sicuro non mancherà determinazione da ambo le parti. Domenica” conclude “la chiave sarà la difesa, perché se uno vuole salvarsi non si può preoccupare del canestro in più ma di prenderne uno in meno. La mentalità deve essere quella di non farsi mai battere dagli avversari”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2012 alle 17:35 sul giornale del 31 dicembre 2012 - 681 letture

In questo articolo si parla di sport, sutor

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HKX





logoEV