Brambatti incontra Spacca: parte ufficialmente il bando per il nuovo ospedale

fermo| brambatti - spacca 17/12/2012 - Il sindaco di Fermo Nella Brambatti incontra il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca per rinsaldare il rapporto con le istituzioni regionali anche in vista degli importanti interventi sul territorio previsti per il prossimo futuro. In particolare è ormai realtà il progetto dell'ospedale di Fermo.

La struttura comporterà inoltre un necessario adattamento delle infrastrutture territoriali per supportare la funzionalità della nuovo impianto ospedaliero. Così il sindaco Brambatti sintetizza i contenuti dell'incontro: “Questo incontro ci ha permesso di porre l'attenzione su alcuni focus di primaria importanza per il territorio. Un'area particolare, molto vasta in cui le varie problematiche si intersecano fra esigenza del comune e del -territorio allargato-. Proprio per questo motivo la stretta collaborazioni con la Regione è imprescindibile per far fronte a tutte le necessità.

Proprio l'intervento regionale sul patto di stabilità ha permesso l'anno scorso il pagamento di tutte le azienda che hanno lavorato per il comune evitando ogni insolvenza. Cosa di primaria importanza perché quando a non pagare è un comune gli effetti ricadono direttamente sulla sua popolazione”. Il sindaco introduce poi l'argomento principale dell'incontro, la futura costruzione del nuovo ospedale e le tematiche che più stanno coinvolgendo i lavori dell'amministrazione.

“Quello dell'ospedale è un vasto progetto, che prevede un contesto infrastrutture e viabilità adatte al nuovo complesso ospedaliero, la sua attuazione è un'importantissima opportunità per tutto il territorio. Un'altra tematica che come sindaco reputo della massima importanza è la riqualificazione del centro storico. Un lavoro che va affrontato in tempi rapidi senza collocarlo in un futuro indeterminato”. Quello del recupero delle aree da riqualificare è stato un altro tema centrale dell'incontro che si inserisce in una più generale esigenza di rilancio del territorio attraverso il turismo.

“Occorre favorire il turismo nel nostro territorio”, spiega la Brambatti “un turismo di qualità che non riguardi solo l'estate ma tutto l'anno, che conosca le eccellenze del fermano e il patrimonio artistico e culturale del territorio. In questa chiave anche il recupero dell'area di Marina palmense, è un intervento doveroso se il nostro obbiettivo è puntare sul turismo. Sempre a questo riguardo un altro intervento interesserà la messa in sicurezza del Ponte vecchio e delle cisterne romane per i quali l'assessore Marcolini stanzierà un finanziamento regionale”. Il presidente Spacca inizia il suo intervento illustrando la necessità di un più stretto rapporto con i comuni anche alla luce della difficile situazione di crisi del Paese.

“In momenti come questi occorre rinsaldare rapporti con il territorio. Per questo il nostro primo obiettivo è il mantenimento dell'occupazione e della produttività, lo diciamo, non a caso, in un area fra le più importanti dal punto di vista aziendale della regione, del resto il nostro piano economico ha sempre guardato al fermano come il fulcro dell'economia regionale come dimostrano gli ingenti finanziamenti e investimenti della Regione in questo territorio. La tutela del fermano e della sua ricchezza è imprescindibile nelle strategie regionali”.

Tutela del territorio che secondo il Presidente non può prescindere anche piano sociale e dagli interventi in questo settore. “Un altro campo di investimento di primaria importanza nelle strategie regionali sono le politiche sociali, lo Stato, in questo settore ha fatto un taglio radicale, la Regione ha immediatamente soppiantato il finanziamento statale con le proprie risorse per sottolineare l'importanza che attribuisce a questo tipo di investimento.

Per questo sono particolarmente lieto dell'approvazione del bando di gara per la costruzione dell'ospedale di Fermo, che da oggi prende ufficialmente il via”. Spacca interviene anche sui provvedimenti previsti a favore del turismo esprimendo la necessità di un'offerta integrata per il territorio regionale. “Il turismo è un asset imprescindibile per il nostro territorio le tipicità enogastronomiche, culturali e paesaggistiche sono ormai marchi rispettati in tutto il mondo.

I futuri investimenti saranno calamitati da offerte integrate in cui un territorio esprima le sue tipicità, la sua unicità. Per quanto riguarda Fermo, la nostra idea è costruire una valorizzazione dell'assest turistico culturale attraverso un progetto speciale a cui saranno destinate risorse europee. Centrale sarà in questo senso la valorizzazione del centro storico”.








Questo è un articolo pubblicato il 17-12-2012 alle 18:04 sul giornale del 18 dicembre 2012 - 412 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, fermo, vivere fermo, Riccardo Gigli, brambatti - spacca 2, brambatti - spacca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Hnl