Basket: Capriotti victoria sconfitta ad Ancona, contestato l'arbitraggio

capriotti victoria| fermo 17/12/2012 - La sconfitta della Capriotti Fermo, tra le mura amiche, ad opera del Campetto Ancona con il risultato di 65-77 grida vendetta, poi vedremo perchè. Partita godibile ed equilibrata per larghi tratti, peccato il finale, resta un grande rimpianto per gli errori arbitrali.

17 pari al 10’, 31-34 all’intervallo lungo, con gli ospiti, sospinti dall’ex Cardarelli (17 punti all’attivo), prendere un discreto vantaggio nel terzo quarto quando la difesa della Capriotti si scioglie con il Campetto avanti 51-63 all’ultimo mini intervallo. La reazione dei padroni di casa riporta la gara quasi in equilibrio negli ultimi 5 minuti di gioco, con i fermani che sprecano più volte la palla del possibile meno tre poi in campo succede di tutto per il vergognoso comportamento del duo arbitrale (Quadrini-Antimiani) che fischia tecnici a casaccio oltre ad irridere giocatori, dirigenti e pubblico.

Mai in tanti anni avevamo visto un comportamento del genere, con i due uomini in grigio prendere per i fondelli tutti, solo perchè in possesso di un fischietto. Sono accettabili errori di valutazione; d’altronde gli atleti stessi sbagliano, ma un atteggiamento irriverente verso tutti serve solo a scaldare gli animi e a rendere l’ambiante elettrico, con le conseguenti sanzioni che arriveranno sul capo della Capriotti. E’ incredibile come la totale mancanza di umiltà, soprattutto del più giovane dei due direttori di gara, abbia portato a dare anche un assurdo fallo tecnico a Verdecchia, reo, secondo lui, di aver bestemmiato.

Non è bastata nemmeno la testimonianza del coach avversario, a pochi passi da Verdecchia. a farlo recedere: anzi ha preso posizione a centro campo sghignazzando alle veementi proteste del pubblico. Mai abbiamo giudicato il comportamento degli arbitri, se non marginalmente. Appare però evidente che la Federazione debba prendere provvedimenti e non preoccuparsi solo di riscuotere le tasse gara: comportamento che sta portato alla chiusura molte società.

Federazione che si preoccupa di preparare dirigenti accompagnatori e addetti agli arbitri con corsi specifici e poi lascia che gli stessi arbitri rovinino tutto, anche in una partita (Capriotti Victoria-Il Campetto) dove la sportività tra dirigenti e giocatori in campo ha ampiamente dimostrato quanto sia bello il Basket. Invece gli arbitri, che prima di ogni altra cosa dovrebbero essere preparati ad essere educati ed a rispettare chi fa sacrifici anche per garantire i loro rimborsi, ne combinano di cotte e di crude. Se la Federazione, quindi, vuole mantenere in piedi il giocattolo, deve intervenire in modo duro, perchè quello che si è visto al Coni di Fermo, porta il Basket verso un declino irreversibile.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2012 alle 18:50 sul giornale del 18 dicembre 2012 - 493 letture

In questo articolo si parla di sport, capriotti victoria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Hnz