Fermo vince la sfida. Il violinista Diego Massimini e il pianista Davide Martelli battono Milano.

fermo conservatorio massimini martarelli 2 2' di lettura 15/12/2012 - Hanno vinto Diego Massimini (violino) e Davide Martelli (pianoforte), i bravissimi ragazzi del Conservatorio di Fermo nella disfida con i colleghi del Conservatorio di Milano, in onda sabato 15 dicembre su Rai Uno. Una vittoria che sa un po'di rivincita dato che Il violinista milanese aveva vinto il “Postacchini” di Fermo 2012.

La competizione, ideata nella trasmissione Mattina in Famiglia condotta da Tiberio Timperi e Miriam Leone, fa esibire ogni settimana gli studenti di due dei 32 Conservatori italiani e coloro che superano il turno accedono alle semifinali. La sfida era pesante e sembrava impari, contro il blasonatissimo Conservatorio di Milano nato nel 1803, c’era quello giovane (ma dinamico e agguerritissimo) di Fermo, nato neanche trenta anni fa.

Bellissima l’esibizione del “nostro” duo che ha interpretato con maestria, perfezione tecnica e straordinario virtuosismo la “Czardas” di Vincenzo Monti per violino e pianoforte.. Sonorità bellissima, piena e morbida, tempi vertiginosi, tecnica impeccabile hanno mostrato le peculiarità dei due giovani ma anche la qualità dell’insegnamento al Conservatorio “Pergolesi” di Fermo. Una curiosità, il violinista che competeva per il Conservatorio di Milano, era Paolo Tagliamento, vincitore nel maggio di quest’anno del Concorso Violinistico Internazionale “A.Postacchini” di Fermo.

Quasi un derby! Felicissimi sia il direttore Massimo Mazzoni sia il presidente Nella Brambatti, del Conservatorio. Soddisfatto ed orgoglioso il maestro Mazzoni, per l’affermazione dei due giovani ad ulteriore riprova della serietà, della competenza, delle capacità didattiche espresse dal Conservatorio fermano oltre che delle qualità dei due giovani artisti.

Il presidente, nonché sindaco Nella Brambatti, oltre a complimentarsi con i ragazzi e la scuola tutta, ha colto l’occasione per ribadire l’importanza della formazione e puntare il dito sul taglio dei finanziamenti “Che sia a Milano o a Fermo – ha sottolineato – si è dimostrato quanto conti una preparazione qualificata. Occorre perciò, non mi stancherà mai di dirlo, investire nella formazione delle giovani generazioni.

Non si possono togliere fondi ad Istituti come questi che, con le proprie forze, portano avanti progetti di respiro europeo. Perché ad esempio anche gli universitari dei Conservatori non possono accedere ai tirocini come i colleghi delle altre Università? L’orchestra, ad esempio, è organizzata solo con le forze del Conservatorio e degli Enti territoriali che lo sostengono con i pochi mezzi a disposizione.

Approfitto di questa bella circostanza per rilanciare l’appello: abbiamo bisogno di contributi per dare certezze ai nostri giovani, per offrire loro un futuro degno delle loro qualità e delle loro legittime aspirazioni.” Ora l’appuntamento è per il 14 febbraio, quando Diego Massimini e Davide Martelli affronteranno le semifinali ancora una volta, ne siamo sicuri, con il sostegno di tutto il territorio.


da Conservatorio Statale di Musica “G.B.Pergolesi”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-12-2012 alle 16:51 sul giornale del 17 dicembre 2012 - 607 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo conservatorio massimini martarelli, fermo conservatorio massimini martarelli 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Hj4





logoEV
logoEV