S.Elpidio: Natale senza luci, ma la sobrietà non cancella la festa

sant'elpidio a mare 10/12/2012 - Prende forma il Natale elpidiense e non solo per le iniziative natalizie che sono inserite nel cartellone dei tanti appuntamenti in programma ma anche grazie a vie e piazze addobbate sia al capoluogo che nelle frazioni.

Pur scegliendo maggiore sobrietà rispetto agli scorsi anni, eliminando le luminarie lungo le vie, l’Amministrazione Comunale ha comunque voluto dare dei segni tangibili della festa collegata al Natale. Come a suo tempo anticipato, le attività commerciali sono state dotate di un abete concesso in “adozione”: si tratta di abeti che arrivano dal vivaio della struttura di Casette d’Ete “La Serra” da cui avrebbero dovuto comunque essere asportati visto che quell’area andava pulita.

“Abbiamo chiesto ai commercianti di collaborare, di concerto con l’Associazione Commercianti Sant’Elpidio, affinché gli abeti forniti dall’Amministrazione fossero il più possibile omogenei negli addobbi. Apprezziamo la collaborazione messa in campo da coloro che hanno ricevuto l’abete che, in gran parte, hanno risposto al nostro invito addobbandolo con i colori rosso e verde, usando tante luci e senza mettere fili di nessun tipo.

Guardare ognuno di quegli alberelli davanti ad un negozio fa immediatamente pensare che in quel punto c’è qualcuno che ha capito che lo spirito di collaborazione è di fondamentale importanza per poter ottenere dei risultati, dai più piccoli ai più importanti. Ci tengo a precisare – aggiunge il Sindaco Alessio Terrenzi – che abbiamo ceduto in adozione un solo abete per ogni attività commerciale: ci sono dei negozi che al momento sono dotati di un abete per ogni vetrina (quando le vetrine sono più d’una) ma si tratta di una iniziativa finanziata privatamente da ogni commerciante.

Noi ne abbiamo dato uno ad ognuno”. Oltre che dare in adozione gli abeti, l’Amministrazione Comunale ha provveduto a dotare la piazza del capoluogo e delle frazioni, compresa Cura Mostrapiedi, di un abete di grandi dimensioni ed ha voluto non solo illuminarlo ma anche addobbarlo con sfere di colore blu. “In questo modo – osserva il Sindaco Terrenzi – abbiamo voluto dare un segno del Natale in tutte le zone e, differenziando i colori rispetto a quelli usati dai commercianti, abbiamo voluto valorizzare il lavoro di chi ha ritenuto di dover collaborare piuttosto che fare di testa propria: il rosso e il verde sugli abeti è segno di uno spirito di collaborazione che credo sia uno dei doni più preziosi di cui fare tesoro in questo periodo natalizio come per tutto il resto dell’anno”.

Rispetto al passato, decidendo di non spendere denaro pubblico in luminarie, l’Amministrazione Comunale ha fatto una scelta ben precisa ed ora, giunti nel pieno del periodo natalizio, le scelte fatte sono sotto gli occhi di tutti. “Ciò che abbiamo deciso di fare probabilmente a qualcuno non piacerà – aggiunge Terrenzi – è normale che sia così. Sono certo, però, che il Natale elpidiense risplenderà di una luce maggiore di quella che si sarebbe avuta con chilometri di fredde luminarie: è la luce del dialogo, della collaborazione ed anche della solidarietà visto che quanto risparmiato è andato a confluire ai servizi sociali, per famiglia in difficoltà”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2012 alle 18:33 sul giornale del 11 dicembre 2012 - 2082 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/G6z





logoEV