S.Elpidio: vendita di loculi fra privati, 'Pratica diffusa ma contro il regolamento'

cimitero sant'elpidio a mare 03/12/2012 - Sono state effettuate diverse segnalazioni agli uffici comunali in relazione alla pratica – erroneamente diffusa – di compravendita di loculi tra privati. In merito a ciò, il Sindaco, Alessio Terrenzi, ricorda che le norme del regolamento comunale per la concessione di aree e loculi cimiteriali sono molto chiare in merito.

“La concessione degli ossari, dei loculi cimiteriali, cappelline o lotti di terreno, ha in oggetto il diritto d’uso su un bene demaniale per cui il titolare della concessione cimiteriale non acquisisce il diritto di proprietà né sui loculi, né sugli ossari, né sulle cappelline, né sui lotti di terreno. Il regolamento – precisa il Sindaco – vieta espressamente la concessione del diritto di uso tra privati sia per vendita che per donazione ed ogni concessione che venga a cessare per qualsiasi titolo rientra nella piena disponibilità del comune.

Chi riceve in donazione o acquista dietro compenso ossari, loculi, cappelline o lotti di terreno, tramite scrittura privata tra terzi, non acquisisce alcun titolo di concessione poiché l’intestatario del contratto rimane titolare della concessione fino allo scadere dell’atto e , per lui, tutti i discendenti fino a VI grado di parentela”.

Il Sindaco intende, così, ribadire, che l’unica scrittura privata è quella stipulata tra l’ente comunale e il concessionario. “Le concessioni cimiteriali non possono essere oggetto di lucro o di speculazione – aggiunge – e nel caso in cui avvenissero cessioni con scritture stipulate tra privati, verrà dichiarata la decadenza della concessione e il loculo rientrerà nella disponibilità del comune”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2012 alle 17:17 sul giornale del 04 dicembre 2012 - 629 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sant'Elpidio a Mare, Comune di Sant'Elpidio a Mare, cimitero sant'elpidio a mare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GNR