Incontro Confindustria: 'Per le imprese finito il tempo del lavoro sotto casa'

3' di lettura 30/11/2012 - Non il solito convegno. L’incontro che si è svolto giovedì pomeriggio al Royal di Fermo e promosso dal Comitato Piccola Industria di Confindustria Fermo e Confidi Fermo si è rivelato un vero e proprio punto di partenza per dare a chi opera nei mercati esteri nuovi strumenti per poter lavorare al meglio.

Oltre 130 professionisti tra avvocati, commercialisti, autorità ed imprenditori hanno gremito la sala dell’Hotel Royal per l’evento formativo dal titolo “Strumenti finanziari e assicurativi a supporto dell’internazionalizzazione” promosso in collaborazione con gli Ordini degli Avvocati e dei Commercialisti e revisori contabili di Fermo. A coordinare i lavori il presidente di Confindustria Fermo Andrea Santori che ha evidenziato l’importanza accompagnare le imprese in ambito internazionale per ottenere risultati duraturi ed esperienze di successo.

“E finito il tempo del lavoro sotto casa. – ha esordito il Presidente della Piccola Industria di Confindustria Marche, Luciano Brandoni - Stiamo davvero vivendo una fase di cambiamento epocale ed è necessario puntare sull’internazionalizzazione. Le imprese non possono più continuare a lavorare da sole. Serve la rete. E in questo processo si può fare qualcosa con l’aiuto di strutture valide come SACE e SIMEST, che insieme alle banche rivestono un ruolo fondamentale”. Sulla stessa lunghezza d’onda il Presidente della Camera di Commercio Graziano di Battista. “In questo momento difficile - ha detto - credo siamo nelle condizioni di ripartire per conquistare i mercati esteri, ma bisogna fare squadra”. I relatori hanno ringraziato il presidente del Comitato Piccola Industria di Confindustria Fermo Roberto Cardinali per l’organizzazione dell’incontro.

“Gli imprenditori e i professionisti che vogliono incontrare i referenti di SACE e SIMEST possono usufruire, da oggi, della nostra struttura. – ha annunciato Cardinali - In accordo con il Presidente Santori, abbiamo anche messo a disposizione la sede di Confindustria Fermo. I primi contatti sono stati già avviati con il seminario. Finanza e internazionalizzazione sono parole chiave per le PMI e il nostro impegno è dare segnali concreti ed offrire opportunità da valutare e cogliere”. Il Gruppo Sace e la Simest sono due realtà con il compito di agevolare l'internazionalizzazione delle imprese che non sempre sono a conoscenza dei diversi strumenti che questi due pilastri del sistema economico sono in grado di offrire a livello internazionale.

“Nel 2011 – ha affermato Federico Bressan Senior Account manager di Sace - abbiamo deciso di presidiare le Marche con l’apertura di un nuovo ufficio a Pesaro e questo ha già consentito di raddoppiare gli interventi a favore delle imprese. Questo dato testimonia che la vicinanza soprattutto alle piccole e medie imprese favorisce la conoscenza e l’utilizzo degli strumenti assicurativi e finanziari del nostro gruppo che opera in oltre 180 paesi nel mondo”. La SIMEST attraverso Carlo de Simone, assistente del Direttore Generale per i rapporti direzionali, ha illustrato alla vasta platea le possibilità in campo per poter affiancare le imprese nella fase di internazionalizzaione con un percorso strutturato sui mercati esteri ed ha espresso la vicinanza di SIMEST al territorio con un referente per la regione Marche.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11-2012 alle 16:22 sul giornale del 01 dicembre 2012 - 641 letture

In questo articolo si parla di economia, industria, confindustria fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GH6





logoEV
logoEV