Consigliere Aggiunto: una priorita' per l’Amministrazione Comunale

consiglio comunale generico 1' di lettura 23/02/2012 - Lo scorso 21 febbraio la III Commissione Consiliare (Cultura, Politiche Socio Sanitarie, Partecipazione) presieduta da Patrizio Cardinali ha convocato una seduta per lunedì 27 febbraio con un unico punto all’ordine del giorno: l’incontro con i rappresentanti delle varie etnie di cittadini extracomunitari presenti nel territorio della città di Fermo, in vista della elezione del loro rappresentante in Consiglio Comunale.

Della questione si è occupata anche la conferenza dei capigruppo. Il Consigliere Aggiunto, rappresentante dei cittadini stranieri, non ha diritto di voto ma ha facoltà d’intervento sui punti all’ordine del giorno in Consiglio Comunale. Le modalità per la sua elezione, previste dal Regolamento vigente, saranno affrontate nella riunione di lunedì prossimo.

“È importante che si concluda rapidamente il percorso avviato per l’individuazione del Consigliere Aggiunto il cui ruolo è fondamentale” sottolinea il presidente del Consiglio Comunale, Giovanni Lanciotti. “Si tratta di una antenna privilegiata puntata su una parte della popolazione che abita la nostra città, in continua crescita, e con la quale è necessario mantenere un costate rapporto di collaborazione. Il Consigliere Aggiunto” continua Lanciotti “può farsi portavoce delle varie etnie e manifestare al Consiglio esigenze e problematiche dei cittadini stranieri. L’esperienza di questi anni ci insegna la bontà di una scelta operata già dalla giunta Fedeli e che è nostro preciso impegno mantenere ed anzi consolidare.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-02-2012 alle 15:42 sul giornale del 24 febbraio 2012 - 696 letture

In questo articolo si parla di attualità, consiglio comunale, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vCJ





logoEV
logoEV