M’illumino di meno: il Comune ha aderito alla campagna per il risparmio energetico

M'illumino di meno 17/02/2012 - Anche il Comune di Fermo ha aderito all’iniziativa “M’illumino di meno” organizzata da Caterpillar di Rai Radio2. Venerdì a partire dalle ore 19.30, le luci del Palazzo Comunale sono state spente.

“È un atto simbolico, per significare quanto sia importante acquisire la consapevolezza della necessità del risparmio energetico” sottolinea l’Assessore all’Ambiente, Elmo Tappatà. “Siamo stati abituati, in questa società ipertecnologizzata, a considerare l’energia, l’acqua, l’ambiente in generale, risorse inesauribili. Purtroppo la realtà è ben diversa. E ce ne stiamo rendendo amaramente conto.”

Il Comune di Fermo ha speso, nel 2011, ben 737.000 euro per la sola pubblica illuminazione. “È fondamentale allora” continua Tappatà “adoperarsi per mettere in moto ogni possibile azione che riesca a contenere ed anzi ridurre questi costi, che sono sia economici che ambientali. Abbiamo già attivato meccanismi per il controllo e la riduzione del consumo di energia elettrica. Inoltre stiamo pianificando una serie di interventi che riguardano sia la potenza delle lampade che la loro tipologia.

Anche per i cimiteri urbani siamo a buon punto per sostituire le vecchie lampade a incandescenza, ben 11.000, con lampade a led in modo da ridurre drasticamente i consumi. Altri interventi li stiamo portando avanti per quanto riguarda il consumo di acqua potabile in tutte le strutture comunali, e l’utilizzo di detersivi ecologici a bassissimo impatto per preservare i nostri fiumi e il nostro mare. A volte sono sufficienti provvedimenti minimali, per un risparmio idrico significativo e per il rispetto dell’ambiente.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2012 alle 18:00 sul giornale del 18 febbraio 2012 - 976 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Risparmio energetico, Comune di Fermo, m'illumino di meno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vlQ





logoEV