L'Avis Fermo chiama? i donatori rispondono

avis assisi 1' di lettura 09/02/2012 - Quando l'Avis Fermo chiama, i soci donatori rispondono. Eccome se rispondono. Così si può sintetizzare la situazione verificatasi nei giorni di martedì e mercoledì, quando il Centro Trasfusionale dell'ospedale “Murri” di Fermo, al piano terra della palazzina ex-Inam, è rimasto aperto ad orario continuato fino alle 16.

Un numero di donatori ben superiore alla media giornaliera si è recato a donare, spronato dagli appelli lanciati dall'Avis Comunale di Fermo, anche tramite il web. Questo ha permesso all'associazione di entrare in contatto con i propri associati, sensibilizzandoli e rendendoli coscienti di una situazione preoccupante: il sangue necessario alle operazioni chirurgiche, infatti, scarseggiava. A causa della neve, diversi donatori, soprattutto dei quartieri lontani dal Centro Trasfusionale e dei comuni limitrofi al capoluogo non era riuscito a recarsi al consueto appuntamento con la donazione.

Risultato: le riserve erano in diminuzione. Subito, però, è scattata la solidarietà da parte di chi al centro è potuto arrivarci senza problemi ed ha dato una mano, anzi, ha dato un braccio. Gli appelli, hanno anche convinto alcuni cittadini a chiedere di entrare a far parte dell'associazione. Il Direttivo dell'Avis Comunale di Fermo, dunque, vuole ringraziare i soci donatori che hanno risposto numerosi, dimostrando concretamente quel senso di solidarietà, collaborazione, aiuto reciproco, che l'Avis promuove da anni nel territorio.






Questo è un articolo pubblicato il 09-02-2012 alle 18:29 sul giornale del 10 febbraio 2012 - 1200 letture

In questo articolo si parla di avis, fermo, donazione sangue, avis fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/u2s