Emesse due nuove ordinanze per l’emergenza neve: sospesa l'attività didattica e il mercato

neve 09/02/2012 - A causa del protrarsi delle avverse condizioni metereologiche e in previsione di nuove abbondanti precipitazioni nevose che dovrebbero interessare l’intero territorio regionale nelle giornate di domani e sabato, il Sindaco Brambatti ha emanato due nuove ordinanze.

La prima è relativa alla sospensione, venerdì 10 febbraio, delle attività presso i servizi comunali Asilo Nido, Centro “Montessori”, CSER San Giuliano e Bottega delle Idee, Servizio Sollievo, l’altra riguarda invece l’annullamento del mercato settimanale di sabato 11 febbraio.

L’operatività del Comune, in questi giorni, è stata massima, a cominciare dalla Polizia Municipale, i volontari della Protezione Civile, gli operai dell’Asite. Trovare mezzi disponibili per gli interventi anti neve si è rivelato oltremodo difficile a causa della estensione delle precipitazioni che hanno interessato praticamente tutto il territorio regionale e le aree limitrofe. Malgrado ciò sono state coinvolte una decina di aziende private che, coordinate dal Comune, hanno effettuato numerosi interventi per raggiungere e liberare famiglie in difficoltà, come nel caso di contrada San Pietro Orgiano. Si è fronteggiata una emergenza che, pur annunciata, ha assunto proporzioni inaspettate, ed è stato fatto il possibile per garantire sicurezza, servizi, viabilità alla cittadinanza. Dopo gli interventi più urgenti già da ieri ci si è concentrati sulle aree di sosta e sono stati resi utilizzabili gratuitamente i parcheggi dell’area Vallesi, Via Veneto, Piazzale Azzolino e i maxi parcheggi.

Tutto ciò nella consapevolezza del forte impegno economico che la gestione dell’emergenza neve comporterà per l’Amministrazione Comunale. A tal proposito si sottolinea come sia comune tra Sindaci e Presidenti di Province delle Marche l’impegno a sensibilizzare il Governo nazionale affinché adotti misure a sostegno delle popolazioni e dei territori colpiti dalle nevicate di questi giorni. Vale la pena ricordare che l‘Amministrazione Comunale ha affrontato meno di un anno fa l’emergenza alluvione per la quale non vi sono stati contributi da parte dello Stato. È importante invece che vi sia un segnale forte di attenzione da parte del Governo che tenga conto delle difficoltà delle Amministrazioni Comunali e di quelle realtà, a cominciare dal mondo agricolo, che stanno subendo le conseguenze deleterie di questa situazione di maltempo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2012 alle 15:15 sul giornale del 10 febbraio 2012 - 1035 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/u1x