Basket: Montegranaro non passa al Palatiziano. Contro Roma 76-69

Fabi Shoes sutor Montegranaro 3' di lettura 09/02/2012 - La Fabi Shoes si arrende al Pala Tiziano di Roma: ha vinto l’Acea 76-69 al termine di una gara senz’altro strana, non solo perché si è giocato di mercoledì dopo il rinvio di domenica scorsa, ma soprattutto per le improvvise svolte nell’andamento della gara. Dopo un ottimo primo tempo condotto con sicurezza infatti la Fabi si è completamente smarrita per tutto il terzo quarto e buona parte dell’ultimo, toccando addirittura il -17.

Nel finale i ragazzi di Valli si sono rialzati con orgoglio, tornando anche sotto di 5 col possesso da gestire, ma è mancato qualcosa per concludere la clamorosa rimonta: grande rammarico. In quintetto Valli rinuncia ad Ivanov e va col duo Mazzola-Nicevic sotto canestro, con quest’ultimo forse alla sua miglior prova stagionale (14 punti). Proprio il centro croato, con un ottimo Zoroski spingono la Fabi subito a +9 (5-14), ma un brutto finale di quarto vanifica gli sforzi dei gialloblù che subiscono un parziale di 11-2 e vanno al primo riposo in parità, 18-18. In avvio di secondo quarto è ancora la Sutor a scappare grazie alla precisione dall’arco dei vari Karl, McNeal e Ivanov che restituiscono alla squadra ospite l’inerzia della gara. La tripla del solito Zoroski (20 punti stasera) vale addirittura il nuovo +9 (27-36 al 19’), ma è già nel finale di primo tempo che inizia il blackout della Fabi. Roma rosicchia qualcosa prima di andare negli spogliatoi (32-36 all’intervallo), e la partita si rivolta completamente dopo la pausa. Accade che alla Sutor non riesce più nulla di quello che sembrava facile nella prima parte di gara, mentre il canestro sembra diventare enorme per i padroni di casa guidati da un Datome implacabile, che dopo la gara di andata in cui segnò 26 punti, stasera ne ha messi 21, 15 nel terzo quarto. Al 26’ è 54-40 per l’Acea, parziale di 27-4 che taglia le gambe alla Sutor. La terza frazione si chiude 59-49, ma Roma allunga anche in avvio di ultimo periodo quando il vantaggio sale a 17 punti (67-50). Mancano 6 minuti e gli uomini di Valli tirano fuori l’orgoglio e la tenacia per provare a ricucire una gara che sembrava finita ma che con Nicevic, Zoroski e Karl si riapre all’improvviso.

Le bombe dell’americano permettono alla Fabi di avvicinarsi, McNeal firma il -5 (72-67) allo scoccare dell’ultimo minuto. Poi però lo stesso Karl sbaglia la bomba del clamoroso -2, pochi secondi dopo sarà Kirksay a mancare un’altra tripla per il possibile -2, quando ormai era già troppo tardi. Finisce 76-69. Resta un grande rammarico per una gara persa a causa di un blackout che ha oscurato una Fabi che sembrava in partita. Peccato non aver potuto regalare un successo ai tifosi giunti dalle Marche nonostante il giorno feriale e le intemperie. Peccato anche perché Roma stacca la Fabi in classifica salendo a quota 16. Alla Sutor resta una prestazione più che buona per gran parte dell’incontro: smaltita la lecita delusione, da domani si inizia a preparare alla svelta la gara di domenica con Venezia, gara fondamentale vista la necessità di fare punti in chiave salvezza prima del turno di riposo e della coppia di trasferte tra Bologna e Biella a cui il calendario mette di fronte.

Questi i tabellini dell’incontro: Acea Roma - Fabi Shoes Montegranaro 76-69 (18-18, 32-36, 59-49, 76-69)

Roma: Mordente 4, Crosariol 2, Datome 21, Dedovic 2, Kakiouzis 10, Gordic 8, Maestranzi, Tucker 12, Varnado 4, Slokar 13. N.e. Tonolli, Marchetti. All. Calvani.

Montegranaro: Karl 13, Antonutti 2, Nicevic 14, Zoroski 20, Di Bella 5, Mazzola 2, Kirksay 4, McNeal 6, Ivanov 3. N.e. Piunti, Perini. All. Valli.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-02-2012 alle 15:52 sul giornale del 10 febbraio 2012 - 861 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, roma, Montegranaro, premiata montegranaro, sutor, fabi shoes