Neve, nuova allerta meteo

Riunione del Comitato Operativo Viabilità 3' di lettura 06/02/2012 - Riunione del Comitato Operativo Viabilità presso la Sala Operativa Integrata della Provincia di Fermo. Oltre ai membri effettivi, sono stati convocati anche i vertici delle reti dei servizi primari (luce, acqua, gas e telefono).

Le condizioni attuali, oltre che le previsioni per le giornate di martedì e mercoledì, hanno indotto i vertici di Provincia, Prefettura, Forze dell’Ordine e 118 a valutare attentamente ogni singola situazione, in raccordo con le Amministrazione comunali.In particolare, si è convenuto di non disporre la chiusura degli uffici pubblici, che continueranno quindi ad operare fino a comunicazioni diverse. In riferimento alla viabilità, alcuni problemi stati riscontrati lungo la SP 219 Mezzina per la presenza di ghiaccio, quest’ultimo causa dello sbandamento laterale di alcuni mezzi pesanti. La Provincia ha deciso di provvedere ad un’ulteriore ed immediata pulizia della strada, con un nuovo spargimento di sale. Per quanto riguarda la distribuzione di acqua, il CIIP ha ricevuto alcune segnalazioni di condotte ghiacciate e problemi ai contatori. Il Presidente Alati ha confermato la piena disponibilità a sopperire ai disagi, anche attraverso una squadra esterna. Sul versante Tennacola, si segnalano due importanti interventi in giornata nel territorio. Dalla Telecom segnalato soltanto qualche intervento in più della norma, senza particolari criticità. Per quanto riguarda l’Enel, alle ore 14 tutte le cabine risultavano funzionanti. Al momento si segnalano soltanto interventi fisiologici, mentre è stato rinforzato lo stato di allerta anche attraverso il reperimento di gruppi elettrogeni. Sulla distribuzione del gas metano non si segnalano problemi.

Con i Comuni di Fermo, Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio si è discusso anche delle possibili aree di accumulo neve e di eventuale sosta dei mezzi pesanti in appoggio alla rete autostradale. Nei centri urbani si segnalano forti criticità per la presenza di neve sui tetti e la presenza di ghiaccio sui cornicioni. Per il problema della caduta degli alberi di piccola portata, i Vigili del Fuoco gireranno le richieste alla SOI che provvederà a darne comunicazione ai Comuni interessati, mentre gli stessi Vigili resteranno disponibili per interventi più importanti ed emergenziali. Nonostante all’interno del Fermano non ci siano zone particolarmente interessate dal pericolo valanghe, il Corpo Forestale dello Stato si è comunque attivato invitando in particolare i Comuni di Amandola e Montefortino a considerare seriamente l’eventuale rischio. La situazione sanitaria resta sotto controllo, anche se aumentano i tempi di percorrenza e quindi di intervento. La rete del soccorso 118 è attiva, con ambulanze ed automediche dotate di catene. Possibili problemi sono stati evidenziati per eventuali interventi di un’eliambulanza, sia per le condizioni meteo, sia per la necessità di pulizia della superficie di atterraggio all’Ospedale Murri di Fermo. Da valutare, in raccordo con i vertici dell’Area Vasta n.4, il possibile utilizzo di campi sportivi per punti di atterraggio alternativi.

La Protezione Civile ha dato il suo appoggio per l’eventuale trasporto dei volontari dell’Avis per la donazione del sangue, che si rende particolarmente importante in questi momenti delicati. Da giovedì scorso sono stati attivati 22 Centri Operativi Comunali (COC): Belmonte Piceno, Falerone, Fermo, Grottazzolina, Magliano di Tenna, Massa Fermana, Monsampietro Morico, Montappone, Monte Rinaldo, Monte Urano, Monte Vidon Corrado, Montefortino, Montegiorgio, Montegranaro, Monterubbiano, Montottone, Porto San Giorgio, Porto Sant’Elpidio, Santa Vittoria in Matenano, Sant’Elpidio a Mare, Servigliano e Smerillo. Numerose segnalazioni sono pervenute alla Provincia di Fermo in merito alla condizioni dei volatili, soprattutto sul fiume Chienti e sul Tenna. Il Settore competente, congiuntamente all’Ambito di Caccia Fermano, invita chi volesse in maniera volontaria portare soccorso e cibo agli animali in difficoltà a creare delle mangiatoie non a livello terra ma sopraelevate, riparandole da eventuali ulteriori nevicate (info: 0734.232402 - 232401 - 347.8253430 - 331.6920804).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-02-2012 alle 18:27 sul giornale del 07 febbraio 2012 - 1433 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, provincia di fermo, spazzaneve

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/uSz





logoEV