Sirolo: ritrovata la refurtiva rubata a Fermo, denunciati un operaio ed una disoccupata

carabinieri generico 01/02/2012 - Perquisizioni in un condominio di Sirolo: trovata refurtiva "tecnologica" tra cui stampanti, computer e scanner. Denunciati due giovani: un operaio ed una disoccupata.

Erano le 11 circa di mercoledì, quando, grazie alla collaborazione tra i militari della Stazione dei Carabinieri di Numana ed i colleghi dell’autoradio di turno della Radiomobile di Osimo, che sono scattate le perquisizioni.


Si tratta di due perquisizioni domiciliari nel Comune di Sirolo. Una delle quali delegata dal Tribunale per i minorenni di Ancona a seguito di meticolosa informativa degli stessi Carabinieri di Numana, che avevano precedentemente segnalato alcuni soggetti, tra cui minori insospettabili, quali fruitori e ricettatori di refurtiva.

I Carabinieri perquisendo un condominio di Sirolo hanno rinvenuto una serie di oggetto tecnologici di pregio: quali computers, stampanti, scanner che risultavono rubati e corrispondenti al furto avvenuto in abitazione nell'ascolano, a Fermo che era stato già denunciato in data 28 giugno scorso presso la Stazione CC di Porto San Giorgio.

I due, L.V., disoccupata, e C.A., operaio, sono stati denunciati in stato di libertà alla Procura di Ancona per il reato ricettazione in concorso. Si tratta in particolare di una ragazza 19enne di Loreto, ma residente a Sirolo. Disoccupata e pregiudicata. Il ragazzo 21enne, invece, C.A. di origini albanesi, ma residente a Castelfidardo. Operaio anche lui conosciuto alle Forze dell'Ordine perché pregiudicato. Sequestrata la refurtiva tecnologica che sarà restituita al leggittimo proprietario.






Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2012 alle 16:28 sul giornale del 02 febbraio 2012 - 1088 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, ancona, laura rotoloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/uHb