Basket: la Sutor Montegranaro parte con il piede giusto

Fabi Shoes sutor Montegranaro 6' di lettura 10/10/2011 -

La Fabi Shoes parte col piede giusto nella nuova stagione, davanti al pubblico di un Pala Rossini animato da circa 4000 presenze e vero e proprio fattore all’interno di una vittoria sofferta, meritata e preziosa, ottenuta ai danni di una buona Avellino. Il primo mvp incoronato ad Ancona è, ironia della sorte, l’ultimo arrivato Zoroski, protagonista con 19 punti (e anche 4 assist) della vittoria 85-76 targata Fabi.



Partita molto godibile e spettacolare soprattutto in un primo tempo in cui le difese hanno un po’ guardato gli attacchi segnare con oltre il 50% dal campo. Equilibrio sovrano per tutta la gara, con gli ospiti guidati dagli ispiratissimi americani Dean, Troutman e Green, autori di 39 dei 45 punti Irpini dell’intervallo, e la Fabi a rispondere guidata da uno Zoroski di straordinario impatto e da un Brunner che sembra esser tornato con la macchina del tempo indietro di due anni a quando in quel PalaSavelli ogni pallone sotto i tabelloni cadeva in mano sua e la doppia doppia di punti e rimbalzi era abitudine. Il 45 pari con cui si chiude il primo tempo è indice di come a far da padroni siano stati gli attacchi, che hanno regalato al pubblico un ottimo spettacolo: nella ripresa le percentuali scendono un po’ e la Fabi si trova a dover rispondere ad un Dean incontenibile (25 punti alla fine), aggrappandosi a Karl ed al solito Brunner.

L’equilibrio non si spezza neanche nel terzo quarto, chiuso sul 62-63 grazie ad una bomba di Antonutti. A 5 minuti dalla fine è ancora parità a quota 70: il pubblico si scalda e l’arrivo è in volata. Avellino allunga sul 70-74, ma le energie abbandonano di colpo i campani, che pagano forse la minore ampiezza nelle rotazioni rispetto anche alla stessa Fabi Shoes. I gialloblù tornano avanti col solito Zoroski e, sul 77-76 a meno di due minuti dalla sirena, in pochi istanti abbandonano il campo prima Dean e poi Troutman, autori di 5 falli. Cala il sipario sulla partita della Sidigas, che perde i suoi due alfieri (43 punti in 2), e di fatto esce dal campo lasciando alla Sutor la scena. Finisce 85-76 per gli uomini di Drucker che si presentano così ad Ancona. Il coach americano chiede continuità, ma intanto si gode la prima doppia doppia stagionale di Brunner (18 punti e 10 rimbalzi), la leadership di Di Bella e la classe di Zoroski, già protagonista e incoronato primo mvp nella nuova casa della Fabi Shoes. Ora ci vuole, come dice Drucker, “continuità”, e dunque all’opera in vista della trasferta a Varese di domenica prossima, secondo passo di un cammino iniziato come meglio non si poteva.

Questi i tabellini dell’incontro: FABI SHOES MONTEGRANARO-SIDIGAS AVELLINO 85-76 (24-26, 45-45, 62-63) Fabi: Karl 11, Antonutti 5, Nicevic 2, Zoroski 19, Di Bella 11, Kirksay 5, McNeal 4, Brunner 18, Ivanov 10, Piunti ne, Mazzola ne, Perini ne. All. Drucker. Sidigas: Green 12, Troutman 18, Gaddefors, Spinelli 5, Lauwers 3, Golemac 4, Soloperto 2, Johnson 7, Dean 25, Ferrara ne, Alborea ne, Norcino ne. All. Vitucci. LA SALA STAMPA Il primo ad entrare in sala stampa è l’allenatore ospite, Francesco Vitucci, che così commenta la gara: “Abbiamo fatto una gara più che buona fino a 2 minuti dalla fine quando ci è mancata lucidità. Sono rammaricato ma ho poco da rimproverare ai ragazzi se non che nel primo tempo dovevamo essere più attenti in difesa. Credo che alcuni episodi e le uscite per falli di Troutman e Dean abbiano deciso la partita. Devo dire che loro hanno tirato molti più liberi di noi e non mi sembra di aver avuto pari trattamento dalla terna arbitrale. Ciò non toglie che loro abbiano vinto con merito. E’ stata una partita emozionante fino alla fine, in questa bellissima arena. Peccato per il finale”.

A seguire è il turno dell’allenatore della Fabi Shoes, Sharon Drucker, che analizza la vittoria dei suoi: “Prima di parlare della partita ringrazio la società per il lavoro svolto negli ultimi mesi, per l’ottima organizzazione e dedico la prima vittoria a loro. Voglio sottolineare come stasera abbiano vinto il cuore e la forza di una squadra unita. L’unità è il concetto più importante in un gruppo e voglio ringraziare anche Giuri e Ruini che ci hanno aiutato nel pre-campionato a creare quest’unità. Sapevamo che stasera avremmo trovato avversari forti, ma siamo riusciti a superare questa loro forza e non potevamo iniziare meglio la stagione. Nella prima parte abbiamo sofferto le loro percentuali, ma durante l’intervallo abbiamo parlato della difesa, siamo migliorati e abbiamo meritato la vittoria. Ho visto che c’è grande personalità. Ringrazio anche i tifosi presenti. Mi aspettavo una bella risposta ma non fino a questo punto. La vittoria è anche per loro”.

l coach parla anche dei suoi nuovi giocatori, in particolare di Zoroski e McNeal: “Conoscevo bene Zoroski per averlo affrontato in Uleb. Quando l’ho sentito al telefono si era detto ansioso di venire e di avere il piacere di giocare con Di Bella. Mi immaginavo una sua partenza così forte, frutto anche di un lavoro dei compagni che l’hanno fatto integrare perfettamente, ma spero anche nella continuità. Penso che McNeal invece fosse un po’ troppo preoccupato, ha voluto fare troppo e ha avuto problemi. Ma lui è bravo e giovane e imparerà a gestirsi meglio col tempo”. In sala stampa anche l’mvp della gara, Ivan Zoroski, protagonista di un grande esordio in maglia Fabi: “Mi aspettavo una buona prestazione, soprattutto perché i compagni mi hanno permesso di inserirmi in questo sistema. C’era grande pressione ma sono riuscito a gestirmi bene. Ho scelto Montegranaro, nonostante avessi tante offerte dopo il buon campionato disputato l’anno scorso: ciò che mi ha convinto è stata l’ambizione e l’organizzazione di questa società”. Infine parla capitan Di Bella: “Avevamo tante responsabilità, volevamo appassionare queste persone. Penso che il pubblico sia venuto volentieri, senza pensare a qualche chilometro in più. Complimenti alla società che ha saputo risolvere il problema Sosa. Non si sono fatti condizionare, hanno preso un bravo giocatore e hanno trovato un assetto migliore. Ci sono giocatori che potranno essere più utili, che sanno svolgere più ruoli. Siamo una bella squadra, che si trova bene insieme e l’unità dovrà essere il nostro punto di forza”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2011 alle 15:43 sul giornale del 11 ottobre 2011 - 491 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, Montegranaro, sutor premiata montegranaro, sutor, fabi shoes

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/qeu





logoEV
logoEV