Variante Girola: Di Ruscio ad Offidani, 'non deve fare alcun tipo di campagna elettorale'

Saturnino di Ruscio 28/03/2011 -

In riferimento alle parole dell’assessore provinciale Renzo Offidani in merito alla variante Girola e al raccordo che la Provincia di Fermo vorrebbe realizzare tra la strada lungotenna e la nuova variante del Ferro (e in prospettiva anche la Mezzina) ritengo doverose alcune precisazione.



Voglio ricordare all’assessore Offidani che Di Ruscio non deve fare alcun tipo di campagna elettorale visto che non è candidato. Dichiarazioni come quelle fatte dall’assessore provinciale sono invece la testimonianza della sua malafede e dell’essere costretto ad arrampicarsi sugli specchi per giustificare l’insoddisfazione dei cittadini sul progetto della provincia. Lascia riflettere come, in assenza di risposte concrete da parte dell’amministrazione provinciale, i cittadini di Girola abbiano chiesto di potersi confrontare con il Sindaco di Fermo.

Per quel che mi riguarda, ho sempre detto che farò il sindaco fino al 16 di maggio, ovvero alla fine del mio mandato, è pertanto un mio diritto e dovere incontrare i cittadini per discutere su problematiche così importanti.
Dalla risposta di Offidani appare ben chiaro come all’assessore sfuggano diverse cose:

1)Tre settimane fa la provincia ha organizzato un incontro per parlare proprio del progetto della variante Girola e nessuno si è degnato di invitare il Sindaco di Fermo né tanto meno altri rappresentanti dell’Amministrazione comunale di Fermo. Questo pur sapendo che il progetto dovrà essere approvato dal consiglio comunale per quel che riguarda la variante al piano urbanistico. Una grave scorrettezza a cui ormai Offidani ci ha abituati ( vedi rotatoria di Salvano). Questo dimostra che, se qualcuno è in campagna elettorale, questo è proprio lui, e non certo il sottoscritto.

2)La pratica sulla variante Girola è stata ritirata in consiglio comunale su richiesta di maggioranza ed opposizione oltre agli interventi dei residenti di Molini e del consigliere Silvia Ferracuti anche lei residente nella zona in questione. Un Sindaco, non può certo ignorare un segnale così forte come quello consiglio comunale che va ad aggiungersi allo scetticismo dei residenti.

3)Durante l’assemblea di venerdì 25 marzo gli stessi residenti di Girola hanno fatto presente come, dall’ottobre scorso, abbiano scritto e incontrato più volte gli amministratori provinciali per lamentare l’inutilità del progetto così come è stato predisposto il tracciato senza però mai arrivare a soluzioni concrete.

4)La stessa autorità di bacino ha rilevato, nella parte finale del tracciato, che la strada prevista dalla Provincia andrebbe ad occludere una campata del ponte sul Tenna oltre che attraversare aree soggette a ricorrente erosione. Probabilmente all’assessore Offidani non sono bastate le calamità di questo periodo per comprendere il rischio effettivo che comporterebbe realizzare un tracciato così come previsto dal progetto della provincia.

All’assessore rivolgo l’invito ad una maggiore serenità e pazienza invece che fare tutte queste pressioni predicando la tutela del territorio per poi agire in modo completamente diverso. In questi 2 anni di ho sempre avuto un comportamento corretto verso l’amministrazione provinciale e giudico le offese di Offidani ingenerose e discutibili. E’ il momento di affrontare la questione in un’ottica costruttiva e condivisa dai cittadini.


da Saturnino Di Ruscio
sindaco di Fermo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-03-2011 alle 20:03 sul giornale del 29 marzo 2011 - 753 letture

In questo articolo si parla di politica, saturnino di ruscio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iZe





logoEV