Successo per la rassegna 'Libri In Comune'

22/03/2011 -

Conclusione con successo per la rassegna “Libri In Comune” domenica 20 marzo 2011 alle ore 18.30 con l’incontro dedicato al tema della gestione dei rifiuti e dello sviluppo dentro al contesto del Festival Tipicità. Il piccolo Comune di Peccioli, in provincia di Pisa, un esempio virtuoso nella gestione e riutilizzo dei rifiuti, come ha illustrato il Presidente della Società Belvedere s.p.a Renzo Macelloni.



La discarica, un luogo lontano, in genere, non solo fisicamente dal centro urbano, ma spesso anche “rimosso” sul piano sociologico e psicologico dalla dimensione della vita cittadina. “Il rifiuto è l’altro volto della società dello sviluppo” ha affermato Renzo Macelloni Presidente della società Belvedere – “Bisogna prenderne atto e trasformare i rifiuti non solo concretamente attraverso procedimenti fisici, ma anche “politici” in opportunità di crescita e sviluppo per l’intera comunità cittadina.

La Società Belvedere proprietaria degli impianti di discarica di Peccioli è davvero un esempio virtuoso: una discarica diventata rimessa al centro dell’attenzione della comunità cittadini, sede di conferenze, concerti e perfino sfilate di moda, eventi in grado di promuovere sul piano della comunicazione il sistema del tutto innovativo di gestione dell’impianto. Una società, la Belvedere s.p.a, che coinvolge tra gli azionisti anche moltissimi cittadini di Piccioli che in tal modo partecipano e controllano direttamente la gestione dei rifiuti ed il riutilizzo degli utili, impiegati a favore dell’intera comunità cittadina con la realizzazione di infrastrutture, l’acquisto di mezzi pubblici e di edifici, la creazione di nuovi servizi cittadini. L’impianto di Peccioli rappresenta un punto di riferimento per le città maggiori dell’intera regione Toscana, traendo utili nello smaltimento dei rifiuti di altre realtà urbane più grandi.

La realtà della gestione comunale dei rifiuti della città di Fermo è stata illustrata sul piano politico dal Sindaco della Città di Fermo Dr. Saturnino Di Ruscio e a livello tecnico dal Presidente della Società Asite Maurizio Laurenzi. Presente anche il geologo Sergio Raccichini che cura in particolare l’impianto di discarica comunale. “L’obiettivo di questo incontro è offrire un modello di gestione innovativo con cui confrontarsi. Il migliore sviluppo della modalità di gestione dei nostri rifiuti urbani rappresenta una potenzialità da utilizzare per la crescita della comunità cittadina: vanno rafforzate le nostre strutture societarie ed i nostri impianti, nella prospettiva di uno sviluppo autonomo che consenta, non di venire depauperati da società esterne, ma di possedere numeri sempre più consistenti per diventare un punto di riferimento per il territorio ed anche per la regione come avvenuto a Peccioli” ha affermato Saturnino Di Ruscio, Sindaco della Città di Fermo.

All’incontro sono intervenute diverse autorità, tutte direttamente interessate dalle problematiche ambientali connesse con la gestione dei rifiuti: Sandro Donati, Assessore all’Ambiente della Regione Marche, Renato Vallesi Assessore all’Ambiente della Provincia di Fermo, alcuni Sindaci dei Comuni del territorio fermano. Anche Graziano Di Battista Presidente della Camera di Commercio di Fermo che ha patrocinato la rassegna ha portato il suo saluto, evidenziando come questo ciclo di incontri ha offerto momenti di riflessione importanti per tutta la cittadinanza su tematiche di estrema attualità, come quella ambientale, affrontata nell’incontro di domenica.

Tra il pubblico presenti anche diversi imprenditori, tecnici del settore e rappresentanti di altre società ed aziende marchigiane impegnate nella gestione dei rifiuti che hanno dato vita ad un interessante dibattito con i relatori. Il caso Peccioli, ha acceso la curiosità delle aziende del territorio, interessate a confrontarsi sul piano giuridico sui metodi di gestione amministrativa semplificata adottata dalla Società Belvedere s.p.a, proprietaria degli impianti, nonché su quelli tecnici di smaltimento e riutilizzo dei rifiuti ed anche sui numeri, quelli degli utili, davvero sorprendenti e disarmanti, se si pensa ad una discarica, secondo i parametri ordinari.

A moderare l’incontro conclusivo della rassegna “Libri In Comune” Gianni Rossetti Presidente dell’Ordine dei Giornalisti delle Marche che ha inaugurato la stessa rassegna con il primo appuntamento dello scorso 21 marzo. Un’esperienza del tutto positiva quella della rassegna “Libri In Comune” che ha coniugato l’interesse per la lettura ed il libro con quello per l’attualità, un’esperienza da ripetere in una possibile seconda edizione della rassegna.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-03-2011 alle 18:58 sul giornale del 23 marzo 2011 - 1094 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo, libri in comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iLq