Maltempo: nuova ricognizione da parte del gruppo di Protezione Civile

2' di lettura 07/03/2011 -

Nella mattinata di martedì 8 marzo lungo l’Ete Vivo verrà effettuata una nuova ricognizione da parte del gruppo di Protezione Civile comunale della città di Fermo, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana (che metterà a disposizione anche un esperto del settore), per un aggiornamento della mappatura relativa alle bombole della ditta Sapio disperse.



Inoltre, sarà la stessa ditta a recuperare le bombole, eccezion fatta per le criticità rilevate nelle zone impervie, dove si avvarrà della collaborazione dei Vigili del Fuoco, disponibili ad un’operazione coordinata. E’ questo l’esito della riunione, svoltasi presso la Sala Operativa Integrata in Viale Trento, dell’unità di crisi convocata dalla Provincia e dal Comune di Fermo, alla presenza dell’Assessore provinciale Adolfo Marinangeli, di funzionari di Genio Civile e Polizia provinciale, Protezione Civile regionale e provinciale, Corpo Forestale dello Stato, Vigili del Fuoco, Carabinieri, Guardia Costiera, rappresentanti provinciali del volontariato, Croce Rossa Italiana e Francesco Lusek, delegato del Sindaco di Fermo alla Protezione Civile. Avvertiti, ma impossibilitati a partecipare, Polizia di Stato e Guardia di Finanza.

“Al Prefetto Minunni - ha dichiarato Adolfo Marinangeli -, al quale va il ringraziamento dell’Amministrazione provinciale, abbiamo comunicato il nostro stato di preoccupazione sul problema Sapio, per il numero imprecisato di bombole disperse lungo l’Ete Vivo, nei campi, in mare e sulla spiaggia di Marina Palmense. Abbia ritenuto necessario fare un punto della situazione per capire come intervenire al meglio. Al momento, la nostra priorità è sapere il numero esatto delle bombole, soprattutto perché la zona lungo l’asse fluviale è altamente interessata dai lavori di ripristino della viabilità, in particolare in Contrada Camera. Chiediamo la disponibilità di tutte le forze in campo e ci impegniamo a fornire planimetrie dettagliate della zona che abbiamo realizzato di recente. Questo incontro è il segnale che le Istituzioni ci sono e che si stanno operando per garantire la sicurezza degli abitanti dell’area”.

Secondo la Forestale, che metterà a disposizione 3 pattuglie giornaliere, da una prima stima le bombole inizialmente disperse risulterebbero essere circa 200, di cui 150 già recuperate dalla stessa Sapio. La Guardia Costiera ha comunicato che, anche se al momento le condizioni meteo non risultano essere favorevoli per l’eventuale recupero di bombole arrivare fino al mare, la situazione verrà monitorata minuto per minuto.

Nel frattempo, il Settore Viabilità della Provincia di Fermo sta proseguendo i lavori di ripristino per la circolazione lungo la rete stradale di competenza. Sono 175 le segnalazioni e richieste di interventi pervenute dall’inizio dell’emergenza alla SOI, che resterà aperta in h24 anche per la giornata di martedi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-03-2011 alle 19:35 sul giornale del 08 marzo 2011 - 1191 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, provincia di fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ib7