La Provincia comunica le criticità rimaste dopo l'emergenza

alluvione a Casette d'Ete 3' di lettura 06/03/2011 -

Resta sotto controllo la situazione lungo la rete viaria provinciale, anche se proseguono alcuni movimenti franosi a causa delle pesanti piogge dei giorni scorsi.



Questo il resoconto del Settore Viabilità alle ore 13 di domenica:


- Strade provinciali non transitabili
SP 8 Brancadoro (zona Casette d’Ete)
SP 164 San Rustico
SP 112 Valdete Vivo
SP 206 Camera di Torre
SP 107 Castellano

- Strade transitabili con difficoltà e con lavori in corso
SP 204 Lungotenna (senso unico alternato)
SP 61 Montottonese (senso unico alternato)
SP 69 Ponzanese
SP 66 Petritoli
SP 30 Fermana
SP 167 Torchiaro - Moregnano
SP 180 Fonte Moscovia
SP 95 Veresimo
SP 5 Belmonte - Grottazzolina

Altre frane condizionano la circolazione su numerose strade provinciali. Si raccomanda, quindi, agli automobilisti di prestare la massima attenzione e di guidare con prudenza. Lungo il fiume Ete Vivo prosegue l’attività della Protezione Civile per la segnalazione delle decine di bombole della ditta SAPIO. Nel territorio del Comune di Montefalcone resta la criticità dell’energia elettrica, con i tecnici dell’Enel impegnati per il ripristino della normalità.

Al momento, sono 166 le segnalazioni e richieste di intervento pervenute dall’inizio dell’emergenza alla Sala Operativa Integrata di Protezione Civile provinciale.

L’ultima in ordine di tempo riguarda uno smottamento lungo la sponda sinistra del fiume Aso, circa 150 metri a monte del ponte sulla Statale 16 a Marina di Altidona, che sembra aver compromesso una condotta di acqua potabile. Un movimento franoso ha comportato la rottura della condotta del Tennacola verso il territorio di Montegranaro, che al momento è senz’acqua. I lavori di ripristino sono in corso. A Casette d’Ete si è conclusa una riunione per la verifica della situazione, che sta lentamente tornando alla normalità. Si stanno controllando anche le abitazioni distanti dal ponte sull’Ete Morto e per la giornata di lunedì 7 marzo i volontari e le ditte resteranno operative con tutti i mezzi disponibili.

Proseguono i lavori per il ripristino della viabilità sul ponte, che sarà regolata a senso unico alternato con un impianto semaforico a partire dal pomeriggio di domani.

(ore 19.30)
Il Tennacola ha ripristinato la condotta idrica verso Montegranaro
e la situazione sta tornando alla normalità.
Sul versante della viabilità non si registrano nuove problematiche. Resta, quindi, l’appello a moderare la velocità e a fare attenzione lungo tutte le strade.
Per quanto concerne
le bombole della Sapio dislocate lungo l’alveo del fiume Ete Vivo e in alcune strade limitrofe, è stata delimitata la zona della foce, con interdizione nella zona nord di Marina Palmense.
Resterà
aperta in h24 la Sala Operativa Integrata di Protezione Civile della Provincia di Fermo.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2011 alle 14:10 sul giornale del 07 marzo 2011 - 1134 letture

In questo articolo si parla di cronaca, alluvione, fermo, provincia di fermo, casette d'ete

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/h9p