Sant'Elpidio: emergenza maltempo, 15 famiglie sgomberate

maltempo 3' di lettura 03/03/2011 -

Proseguono incessantemente, da quando si è costituito nelle prime ore della mattinata di mercoledì 2 marzo, le operazioni di coordinamento di soccorso e di ripristino della viabilità messe in atto dal C.O.C., Centro di Coordinamento Comunale (tel. 0734. 871621), costituitosi presso i locali della Scuola Elementare “Della Valle” di Casette d’Ete a seguito delle eccezionali e abbondanti precipitazione piovose abbattutesi sul territorio comunale nella notte fra martedì 1 e mercoledì 2 marzo, all’origine della esondazione del fiume Ete Morto nella frazione di Casette d’Ete sul ponte in via Cavour che collega la zona Brancadoro con l’abitato.



Sia nella giornata di mercoledì che nella mattina di giovedì si sono già tenute tre riunioni operative a cui hanno partecipato il sindaco Alessandro Mezzanotte, il presidente della Provincia di Fermo Fabrizio Cesetti, il vice presidente e assessore alla viabilità Renzo Offidani, l’assessore alla protezione Civile Adolfo Marinangeli, la Giunta Comunale, il Segretario Comunale Fabrizio Annibali, i responsabili dell’area tecnica e dell’area Servizi Sociali rispettivamente Ing. Jan Alexander Frati ed il dott. Giuseppe Forti, il comandante ed il vice comandante della Polizia Municipale Francesco Mollica e Stefano Tofoni, il comandante ed il vice comandante della stazione dei carabinieri di Sant’Elpidio a Mare Luogotenente Serafino dell’Avvocato e m.llo Antonio De Santis, il prof. Maurizio Zingarini, responsabile della Protezione Civile Regionale, Norberto Clementi, Presidente del Consiglio Comunale, Roberto Stoppoloni, funzionario del Dipartimento regionale della Protezione Civile e referente per la Provincia di Fermo.

Durante gli incontri si è prioritariamente trattato delle ricerche dei dispersi, trovati poi senza vita, ovvero del Sig. Giuseppe Santacroce e della sig.na Alleri Valentina e sulla incolumità e la sicurezza delle persone residenti sull'intero territorio comunale. Circa i dispersi sulle ricerche effettuate dai sommozzatori dei vigili del fuoco il sindaco Mezzanotte è stato sempre puntualmente informato come prontamente il sindaco si è recato nei luoghi dove sono stati ritrovati, manifestando il dolore proprio e dell'intera città. Il primo cittadino ha voluto anche portare la vicinanza ed il cordoglio della città di Sant'Elpidio a Mare alla congiunta delle vittime sig.ra Salvina Granata. In occasione dei funerali che si terranno venerdì 4 marzo (alle ore 14.30 di Valentina nella chiesa del SS. Redentore di Casette d'Ete ed alle ore 15.30 a Ceglie Messapica – Brindisi - di Giuseppe) il Comune di Sant'Elpidio a Mare ha proclamato il lutto cittadino con la partecipazione dell'Ente alle esequie, l'osservanza di un minuto di silenzio dei dipendenti comunali, l'esposizione delle bandiere a mezz'asta nelle sedi comunali e l'invito alle attività commerciali ad osservare il lutto.

Il sindaco Mezzanotte, che alle ore 4.30 di mercoledì 2 marzo subito dopo esser stato allertato dalla Protezione Civile e dalle Forze dell’Ordine si è immediatamente recato nella zona del ponte di Casette D’Ete oggetto dell’esondazione, ha emesso fra ieri e oggi ordinanze con cui: è stato dichiarata la chiusura al traffico sia del ponte sul fiume Ete morto in via Cavour a casette d’Ete che del ponte in via Guido Rossa nella frazione di Bivio Cascinare; è stata prorogata la chiusura delle scuole cittadine di ogni ordine e grado e degli asili nido fino a sabato 5 marzo. In totale fino a questo momento sono state sgomberati, onde preservare l'incolumità pubblica, n. 15 nuclei famigliari (corrispondenti a n. 73 persone) ospitati presso parenti o strutture ricettive. Il C.O.C. È rimasto aperto ed è rimasto operativo anche durante la notte passata. Ripristinata la viabilità sulla S.P Elpidiense, dopo la frana che ha ostruito la carreggiata. Protezione civile, vigili urbani e operai comunali e della Provincia hanno provveduto a liberare le strade dagli smottamenti e dai cedimenti per tutta la notte e durante la giornata grazie anche all'ausilio di mezzi idrovori per liberare a Casette le cantine dall'acqua e di mezzi per pulire il manto stradale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2011 alle 19:36 sul giornale del 04 marzo 2011 - 1397 letture

In questo articolo si parla di attualità, maltempo, Sant'Elpidio a Mare, Comune di Sant'Elpidio a Mare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/h4g