Porto San Giorgio: 49enne trovato in un lago di sangue in casa, la causa un'emorragia

ambulanza generico 1' di lettura 23/11/2010 -

Un'emorragia gastrica sarebbe la causa del decesso di Dionisio Virgili, sangiorgesi di 49 anni trovato morto nella propria abitazione di Porto San Giorgio. A scoprire il corpo senza vita dell'uomo i sanitari della Croce Azzurra allertati dai vicini di casa, preoccupati dallo strano odore proveniente dall'appartamento in questione.



Il 49enne, che abitava nell'appartamento di via Macchi, è stato trovato riverso in un lago di sangue sul letto della camera. Sottoposto ad ispezione cadaverica nell’obitorio del ‘Murri’ di Fermo per escludere l'ipotesi di omicidio, Virgili, che lavorava come giardiniere per il Comune dopo un passato nel mondo della tossicodipendeza, dal quale era uscito da tempo, sarebbe deceduto a causa di un'emorragia gastrica, provocata presumibilmente da una patologia al fegato di cui soffriva.

Secondo una prima ricostruzione da parte dei Carabinieri, giunti sul posto insieme ai sanitari, l'uomo sarebbe morto molto prima delle 9 in cui è stato trovato. Infatti l'odore emanato dal corpo senza vita era troppo forte all'interno della stanza, tanto da arrivare in strada.






Questo è un articolo pubblicato il 23-11-2010 alle 20:08 sul giornale del 24 novembre 2010 - 887 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, fermo, porto san giorgio, ambulanza, sudani scarpini, Croce Azzurra, soccorsi, ambulanze

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eH6

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici





logoEV