Porto San Giorgio: Malta, ecco cosa siamo andati a fare

andrea agostini a malta 30/10/2010 -

Il sindaco Andrea Agostini, gli assessori ed i consiglieri rientrati da Malta hanno incontrato mattina la stampa per relazionare sui risultati del progetto di collaborazione consolidatisi con la trasferta ed hanno risposto alle polemiche scatenatesi in questi giorni.



Ad aprire, la relazione del sindaco Andrea Agostini. “Questa amministrazione comunale si è mossa con una precisa strategia in ogni settore, e per quanto riguarda il turismo, motore di Porto San Giorgio, ci siamo resi conto che mancavano strumenti adeguati di promozione. L’incontro con biograd, città con cui era già in atto un gemellaggio, è stato illuminante. Ci siamo resi conto che lo erano avanti a noi in fatto di scambi e relazioni internazionali. Siamo stati a Bad Ischl, in Austria, dove abbiamo portato la banda. Relazionandomi con il loro sindaco Hannes Heide, mi sono reso conto che il gemellaggio non può essere un accordo a tavolino tra istituzioni, ma un incontro tra genti. Solo così ha un senso. Proprio su questo modello siamo stati scelti da Birzebbugia e dalla repubblica di Malta come interlocutori per un progetto di amicizia. Il delegato del governo maltese è stato in grado di intercettare finanziamenti della comunità europea per consentire l’ospitalità di una delegazione per la quale abbiamo individuato un numero di 50 persone. Abbiamo dato la precedenza, tra i posti disponibili, ad un gruppo che rappresentasse la spedizione, come è stato a Bad Ischl per la banda, e l’abbiamo individuato nel gruppo di danza acrobatica Black Star. Questi ragazzi hanno ampiamente dimostrato il loro valore, regalandoci splendide esibizioni, riscuotendo un grandissimo successo e unanimi simpatie. Oltre a questo, la loro associazione sportiva ha offerto il pullman utilizzato per raggiungere l’aeroporto, come segno di apprezzamento per l’opportunità loro offerta.

Dopo di loro, abbiamo invitato tutti gli assessori e consiglieri, infine abbiamo coinvolto le realtà associative sangiorgesi. Ben 17 hanno partecipato, tra cui il parroco don Gabriele Amurri, presenza particolarmente importante in un Paese in cui il 98% della popolazione è cattolico. Il biglietto aereo è stato sponsorizzato, con un bando ad evidenza pubblica, inserito anche al sito internet comunale, dalla Moreschini Srl. Questa si chiama trasparenza, forse suscita clamore perché troppe volte nella storia di Porto San Giorgio è mancata. All’azienda Moreschini va il mio ringraziamento per aver condiviso il valore di questa operazione ed aver agevolato un importante progetto comunitario. La prima sera siamo stati accolti ufficialmente con una sorta di esposizione delle produzioni locali, con artigiani e produttori che ci hanno presentato le loro lavorazioni, oltre a proporci balli e canti tradizionali. Il martedì abbiamo visitato Birzebbugia ed abbiamo partecipato ad una conferenza con delegati del governo maltese incentrata sui temi del turismo, su cui sono intervenuto io, sulla scuola, su cui ha relazionato la dirigente didattica Daniela Medori, e sulla povertà, su cui ha parlato il nostro don Gabriele. Mercoledì abbiamo visitato altri villaggi dell’isola e firmato l’accordo di amicizia che ci lega a Birzebbugia, con piantumazione di un albero commemorativo dell’evento. Il quarto ed ultimo giorno, alla capitale La Valletta, nel palazzo per le politiche comunitarie, abbiamo discusso con le autorità del comune di Birzebbugia ed un delegato del governo maltese di azioni concrete di collaborazione.

Con ogni probabilità i maltesi verranno a trovarci in occasione della Maratona del piceno fermano. Abbiamo invitato un rappresentante per ciascuno dei 68 comuni dell’isola ed abbiamo subito iniziato a lavorare per intercettare finanziamenti che permettano di attuare un volo dedicato dalla Valletta all’aeroporto di Falconara, linea che non è prevista e che fa sì che i maltesi conoscano dell’Italia solo la costa tirrenica e non ancora quella adriatica. Inoltre, dato che Malta è luogo d’eccellenza per l’apprendimento della lingua inglese, abbiamo avviato un progetto di scambio di studenti e ipotizzato la realizzazione di corsi in lingua in collaborazione tra Porto San Giorgio e Birzebbugia. Mentre consolidavamo rapporti internazionali e progettavamo azioni concrete che portino Porto San Giorgio fuori da sé stessa, in città si consumava uno spettacolo indecente. Dico solo che nella vita o ci si sveglia e ci si muove affinché le cose accadano e si crede che l’Unione europea è una casa unica per tanti popoli, o si rimane seduti, non si fa nulla e si critica. Questa seconda categoria non ha nemmeno bisogno del mio biasimo, perché è già stata superata dalla storia”. A seguire i commenti di assessori e consiglieri. “Rientro con grande soddisfazione per gli eccellenti risultati di questo progetto di cooperazione – commenta l’assessore Lauro Salvatelli – Ogni viaggio è un motivo di crescita personale e mi fa particolarmente piacere che la prossima occasione di incontro capiterà probabilmente con la nostra maratona”.

“E’ stata un’esperienza molto positiva – commenta l’assessore Paolo Pompei – Chi ha criticato questa operazione, e mi rivolgo in particolare al nostro capogruppo del Pdl, non ha colto evidentemente il valore programmatico di questa collaborazione, né la chiarezza e trasparenza della sponsorizzazione. Una fuga in avanti di cui non si sentiva davvero il bisogno”. “Abbiamo ricevuto critiche strumentali – continua il consigliere Laura Cifola – Siamo andati oltre i nostri confini, portando la città di Porto San Giorgio, non l’amministrazione comunale. Quando siamo stati accolti a Malta, non abbiamo trovato solo il loro sindaco, ma un’intera città a darci il benvenuto”. “Devo dire di aver provato forte imbarazzo ad una cena – le parole del consigliere Andrea Rogante – quando tramite portatili e cellulari gli amici di Malta hanno letto gli articoli apparsi sulla stampa locale, con critiche deplorevoli contro un progetto di grande interesse. E’ stato difficile spiegare a loro che Porto San Giorgio è così, chi cerca di fare qualcosa di buono e lavora per far crescere la città viene sempre contestato”.

“E’ stupido leggere collegamenti tra la sponsorizzazione del biglietto aereo e il comparto Canossiane – nota il consigliere Carlo Iommi – anche se se ne discuterà al prossimo consiglio comunale, è questione già ampiamente discussa ed approvata dalla maggioranza, è una questione su cui ci siamo già espressi”. “Smettiamola di parlare di gita, come si è detto e scritto in questi giorni – l’intervento del consigliere Michele Palermo – è stato un viaggio istituzionale con molti momenti ufficiali ed è stata un’esperienza molto positiva per tutti”. “E’ stata offerta una sponsorizzazione con una procedura chiara – ha concluso il consigliere di minoranza Valerio Vesprini – e c’è stato un ritorno per l’azienda, di cui in questi giorni, quando eravamo all’estero, tutta la delegazione ha parlato. Non vedo dove sia il problema”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-10-2010 alle 16:24 sul giornale del 02 novembre 2010 - 1068 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto san giorgio, andrea agostini, malta, Comune di Porto San Giorgio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dT5