Porto San Giorgio: puliamo il mondo, bambini protagonisti dell’attenzione all’ambiente

puliamo il mondo logo 23/09/2010 -

Torna anche per il 2010 un appuntamento annuale ormai consolidato con le scolaresche sangiorgesi. Questo fine settimana gli studenti saranno chiamati alla campagna promossa in tutta Italia da Legambiente “Puliamo il mondo”.



Giovedì mattina l’assessore all’ambiente Paolo Pompei si è recato negli istituti scolastici da nord a sud per la consegna di casacche, cappellini, guanti, materiale informativo per preparare gli alunni a quello che li aspetterà venerdì. All’iniziativa parteciperanno la Legambiente circolo Fermo-Valdaso, il ricreatorio Don Bosco e il ricreatorio Koinè.

Venerdì, dalle 10 alle 11, 36 bambini della scuola dell’infanzia dell’istituto San Gaetano saranno accompagnati a svolgere la raccolta differenziata dei rifiuti e a svolgere giochi su temi ambientali presso il Giardino dell’estate. Contemporaneamente, 19 alunni della quinta classe dell’istituto Canossiane svolgeranno la raccolta differenziata presso la spiaggia prospiciente la sede scolastica. Sabato mattina, dalle 10 alle 11, toccherà a 49 alunni delle quinte classi della primaria a nord l’attività di raccolta in Piazza Torino.

Altri 41 ragazzi dell’elementare De Amicis si recheranno invece in Piazza Gaslini ed altri 58 delle quinte classi della primaria Borgo Rosselli saranno operativi in Piazza XXV aprile. Puliamo il mondo proseguirà sabato pomeriggio, dalle 15 alle 17, con l’attività di raccolta di circa 30 ragazzi del ricreatorio don Bosco nelle piazze Alighieri, della pace e Luzi. Domenica pomeriggio, altri 20 volontari del ricreatorio Koinè saranno alla foce del fiume Ete vivo. Alla raccolta del materiale provvederà per finire il personale della San Giorgio distribuzione servizi.

“Puliamo il mondo è una lodevole iniziativa – commenta l’assessore all’ambiente Paolo Pompei – che ripetiamo con piacere, coinvolgendo in primo luogo le scuole. Il coinvolgimento dei più giovani è parte fondamentale di un lavoro di sensibilizzazione al rispetto della natura e della valorizzazione dell’ambiente. E’ da loro che dobbiamo partire. Non dimentichiamo che l’attività di formazione ed educazione ambientale svolta con i bambini e i ragazzi contribuisce a tutti quei riconoscimenti come la Bandiera Blu, la Bandiera Verde e il premio Comuni Ricicloni che oggi fanno di Porto San Giorgio la città dell’eccellenza. Dopo essere passati al porta a porta, bisogna continuare a lavorare per spingersi sempre un po’ più in alto. Quest’estate abbiamo introdotto i sacchetti per la differenziata in spiaggia, ogni anno continueremo a fare passi avanti per diventare un luogo modello di qualità ambientale”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2010 alle 17:39 sul giornale del 24 settembre 2010 - 732 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto san giorgio, Comune di Porto San Giorgio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cuK