Cesetti: massima collaborazione nell'interesse del territorio

provincia di fermo 23/09/2010 -

Un resoconto del Presidente Cesetti sui progetti messi in campo dall’Amministrazione Provincia ha aperto, nel pomeriggio mercoledì 22 settembre presso la Sala del Consiglio Comunale di Fermo, la Campagna di Ascolto 2010.



Al primo appuntamento hanno partecipato i rappresentanti dei Comuni di Fermo e Porto San Giorgio, tra cui i Sindaci Di Ruscio ed Agostini, che hanno ribadito il lavoro svolto dalla Provincia nel suo primo anno di attività. Se da un lato Cesetti ha sottolineato come la creazione dell’Istituzione Provincia - completamente autonoma ed in grado di dare risposte ai cittadini in tutti i settori - abbia necessitato una mole di lavoro imponente da parte della Giunta, del Consiglio e di tutti gli Uffici, dall’altro sono stati elencati i numerosi interventi realizzati e posti in essere, soprattutto in materia di viabilità, infrastrutture, riqualificazione degli alvei dei fiumi, politiche del lavoro e di sostegno al reddito, sport e cultura.

“Le questioni legate alla divisione non hanno paralizzato l’azione della Provincia - ha rimarcato il Presidente - e siamo quindi in grado di gestire sia l’ordinario che lo straordinario. Abbiamo acquisito tutti gli immobili e le partecipazioni societarie, nonostante le note resistenze, e gli obiettivi che ci eravamo prefissati sono stati tutti rispettati. Abbiamo adottato un’infinità di atti e regolamenti, e la popolazione ha avvertito segnali di novità. Ci apprestiamo quindi ad approvare il nuovo Bilancio, dopo aver gestito con oculatezza e trasparenza tutte le risorse disponibili”.

Dal Sindaco Agostini, oltre ad una massima collaborazione nell’interesse del territorio, sono state poste in evidenza alcune necessità. Tra queste un intervento forte sulla viabilità, unitamente ad una soluzione definitiva per il progetto sul fiume Ete. Altre esigenze indifferibili restano l’apertura di un nuovo tavolo di concertazione per la terza corsia della A14, la questione dell’ufficio di informazione turistica ed un intervento sul Festival degli Scacchi. Massima attenzione anche sulla questione dell’ex Pescheria, ancora al vaglio degli uffici tecnici provinciali e sulla quale il Presidente Cesetti ha ribadito l’imparzialità e la massima trasparenza, senza alcuna ingerenza politica. L’Assessore Offidani è tornato a sottolineare come lo stallo sulla terza corsia abbia finora compromesso la risoluzione del problema del traffico sull’autostrada e la possibilità di sviluppo di parte della rete viaria provinciale, in particolare per la mancata realizzazione di bretelle di rilevanza strategica come quella ipotizzata in località Salvano, una zona dove sono previsti importanti interventi migliorativi come una rotatoria all’incrocio tra Castiglionese e Valdete, oltre ad un impianto semaforico in località Salvano per consentire l’attraversamento dei pedoni. Importante anche il lavoro per la realizzazione del Piano Territoriale di Coordinamento, per il quale si sta già formando l’ufficio di piano.

L’Assessore provinciale Adolfo Marinangeli, nel riconfermare la piena sintonia e la collaborazione dimostrata anche in occasione del soccorso a mare, ha evidenziato come in questa fase si stia affrontando la questione del GAC (Gruppo Azione Costiera), un elemento ulteriore per la ricerca di finanziamenti e per interventi sinergici nel territorio. Rispetto ai rilievi mossi, l’Assessore Buondonno ha ricordato gli oltre 28.000 Euro di contributi per Porto San Giorgio, che hanno riguardato anche la coproduzione umbro-marchigiana “Prima della verità” del febbraio scorso. A questo si aggiungono il Veregra Street, Jazz di Marca, Armonie della Sera, iniziative di rilievo sostenute dalla Provincia che hanno coinvolto anche la città costiera. Forte l’impegno anche per sostenere la Maratona del Piceno e del Fermano. Da Gaetano Massucci, oltre ad un invito a porre maggiore attenzione alle politiche sociali e alla “costruzione delle persone”, contestualmente alla realizzazione delle necessarie infrastrutture, è giunta una precisazione sul contributo di 300 euro contestato dal Sindaco Agostini e riferito all’acquisto di strumentazione da parte di un’associazione scacchistica cittadina. Per Fermo il Sindaco Di Ruscio ha sottolineato alcune criticità come il monitoraggio dei fiumi, l’eventuale sostegno della Provincia alla realizzazione del nuovo ponte tra Porto San Giorgio e Marina Palmense, la necessità di un Piano Energetico Provinciale e di un Piano Territoriale di Coordinamento, una maggiore attenzione al settore moda e alla rete di informazione turistica, la realizzazione di un polo fieristico ed il potenziamento della stazione ferroviaria di Fermo-Porto San Giorgio. Dal Sindaco è arrivato infine un ringraziamento alla Provincia per il consistente investimento per l’Ente Universitario Fermano.

Nella sua breve replica, il Presidente Cesetti, evidenziando come lo stesso primo cittadino sia consapevole delle difficoltà nella messa a punto di una macchina amministrativa, ha rivendicato nuovamente il grande lavoro svolto, anche in un’ottica di sblocco dei finanziamenti previsti e ancora non assegnati al Fermano, di reperimento di ulteriori fondi e dell’avvio di una progettualità condivisa e realizzata completamente dal personale della Provincia. Alcune precisazioni sulla rete scolastica e sul Liceo Musicale sono arrivate da Buondonno, che ha ribadito per l’ennesima volta la linearità della procedura avviata dalla Provincia di Fermo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-09-2010 alle 17:32 sul giornale del 24 settembre 2010 - 665 letture

In questo articolo si parla di fermo, provincia di fermo, provincia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cuI





logoEV