Di Ruscio in merito alla riorganizzazione del Sistema Fieristico Regionale

saturnino di ruscio 15/09/2010 -

In riferimento al dibattito aperto sulla stampa per quel che riguarda il riordino del sistema fieristico regionale ritengo doveroso intervenire per segnalare al Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca e all’assessore allo Sviluppo Economico Antonio Canzian come il Polo Fieristico Fermano rappresenti un dato di fatto che non può essere ignorato.



Una realtà specializzata in settori come l’enogastronomia, il turismo enogastronomico, lo sport, l’ambiente, che si caratterizza per la sua specificità e la non sovrapposizione con le altre realtà fieristiche della Regione Marche e che allo stesso tempo non pesa sui conti pubblici.

E’ stata la stessa Regione Marche a riconoscere il ruolo indiscusso di eventi del calibro di Tipicità, assegnando proprio ai promotori di questo appuntamento, l’importante compito di leadership del progetto Made in Marche per la valorizzazione delle eccellenze locali nel mondo. Il tal senso gli spazi a nostra disposizione, vista la continua crescita di questi eventi fieristici di successo e la posizione strategica che occupa Fermo nel territorio regionale e nazionale, dovranno essere presto ampliati.

Come Amministrazione comunale abbiamo già elaborato due importanti ipotesi. La prima riguarda uno studio di fattibilità per la riqualificazione della’area Ex Sacomar per la realizzazione di un nuovo Polo Fieristico provinciale Fermano. L’ex conceria Sacomar verrebbe rivoluzionata diventando il primo vero e proprio centro fieristico della nuova provincia, su una superficie coperta pari a 10.000mq e potrà diventare il punto di riferimento per eventi internazionali del calibro di Tipicità e tanto altro ancora.

L’altra proposta è rappresentata dall’ampliamento dell’area Pip Girola, nei pressi del capannone della Royal Pat che fino ad aggi ha ospitato Tipicità ed altri eventi come “Sport in Festa” vetrina degli sport ‘minori’ della nostra regione, ed “Ecologicamente” la fiera dell’ecologia e dell’ambiente. Anche in questo caso verrebbero ricavati degli spazi di circa 9.000mq.

Come Sindaco della Città di Fermo invito il Governatore Spacca e l’Assessore Canzian a riconsiderare la riorganizzazione del sistema fieristico regionale con la consapevolezza che una realtà dinamica come Fermo e la sua provincia non può certo essere ignorata e deve essere tenuta in considerazione. L’obiettivo è quello di creare delle strutture satellite, che convivono con le fiere individuate come ‘principali’. Strutture sparse sul territorio che avranno pari dignità ed importanza, ma in grado di offrire un’offerta specifica e mirata che non vada a sovrapporsi con le altre realtà della Regione.


da Saturnino Di Ruscio
sindaco di Fermo




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-09-2010 alle 17:52 sul giornale del 16 settembre 2010 - 623 letture

In questo articolo si parla di politica, gian mario spacca, fermo, saturnino di ruscio, Sistema Fieristico Regionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cae