Trasporto Pubblico Locale tra conferme e agevolazioni

autobus trasporto pubblico 09/09/2010 -

Gli orari dei pullman per il trasporto degli studenti saranno gli stessi dello scorso anno. La conferma arriva dall’Assessore provinciale all’Istruzione Giuseppe Buondonno.



“Questa situazione era nota da tempo e non a caso in tutte le scuole ci si è attrezzati, pur con qualche sacrificio, per adeguare l’orario scolastico. La necessità di non modificare gli orari dei pullman è determinata dal fatto che eventuali cambiamenti avrebbero comportato costi insostenibili per la Provincia, situazione del resto comune in tutta la Regione, in un quadro in cui il Governo taglia risorse agli Enti locali e alla scuola. Non ci dovrebbero essere disagi di alcun tipo dal punto di vista dei trasporti per gli studenti delle scuole fermane. Gli unici problemi riguardavano l’Istituto Superiore di Porto Sant’Elpidio, per il quale Provincia, scuola e società di trasporti stanno cercando una soluzione in tempi rapidissimi, grazie alla disponibilità di tutti.

Vorrei sottolineare che il Governo ha modificato il quadro orario di tutte le scuole italiane senza prevedere un euro di risorse aggiuntive per i trasporti, anzi tagliandone molte altre ancora. L’Amministrazione Provinciale rimane comunque a disposizione delle scuole, delle famiglie e degli studenti per ogni eventuale chiarimento”. Nonostante i significativi tagli, la Provincia è riuscita comunque a garantire nuove agevolazioni per il servizio di trasporto pubblico alle famiglie con più figli per l’Anno Scolastico 2010/2011. Con uno stanziamento di 75.000 Euro sono stati definiti con la Trasfer, la società consortile che gestisce il trasporto pubblico del territorio provinciale, i criteri per la concessione delle stesse agevolazioni, unitamente a quelle relative a pensionati e lavoratori. Nel dettaglio:

- Contributo del 50% al secondo, terzo e quarto figlio sull’acquisto di abbonamenti annuali, urbani e/o extraurbani, limitatamente al percorso dalla residenza abituale alla scuola.

- Contributo del 25% sull’acquisto di abbonamenti mensili ai pensionati che abbiano compiuto i 65 anni di età, la cui situazione economica equivalente (ISEE) sia inferiore al limite di 6.500 Euro (categoria regionale C1) o compresa tra il limite inferiore di 6.500 Euro ed il limite superiore di 13.000 Euro (categoria regionale C2);

- Contributo sull’acquisto di abbonamenti mensili, limitatamente al percorso dalla residenza abituale al luogo di lavoro, rispettivamente del 40%, del 20% e del 10% ai lavoratori dipendenti la cui situazione economica equivalente (ISEE) sia inferiore al limite di 13.000 Euro (categoria regionale F), compresa tra il limite inferiore di 13.000 Euro ed il limite superiore di 20.000 Euro o superiore al limite di 20.000 Euro.

“Con questa azione avviata in un momento di particolare difficoltà economica - ha rimarcato l’Assessore ai Trasporti Renzo Offidani - garantiamo alle famiglie e ai cittadini del Fermano un sostegno concreto. Voglio evidenziare come, per la prima volta, grazie a questa Amministrazione Provinciale, l’agevolazione per il secondo figlio si attesta al 50%. Anche questo ulteriore incentivo favorisce quindi l’utilizzo del mezzo pubblico, con tutti i benefici connessi, a partire dalla riduzione dell’inquinamento e dal decongestionamento del traffico lungo la nostra rete viaria”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2010 alle 15:17 sul giornale del 10 settembre 2010 - 1146 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, autobus, trasporto pubblico, provincia di fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bW2