Porto S. Giorgio: palasport, 'Nessuna agevolazione alla Supernova'

comune di porto san giorgio 07/09/2010 -

In merito alle osservazioni del general manager della Sutor Montegranaro Gianmaria Vacirca sui costi di gestione del palasport di Porto San Giorgio, l’assessore allo sport Lauro Salvatelli tiene a precisare alcuni punti.



“La tariffa agevolata alla Supernova non esiste – chiarisce Salvatelli – la società paga il costo di utilizzo, per intero, come tutti gli altri. Piuttosto la Sutor, in virtù della delibera di giunta 317 del 2006 come recepita nel contratto di gestione, pure che risolto, ha fruito ad oggi di condizioni particolarmente, anzi direi straordinariamente vantaggiose. Infatti per 32.000 euro l’anno Iva compresa (rivalutabili del 10% dal concessionario a suo vantaggio), il comune di Porto San Giorgio ha consentito: allenamenti per undici ore settimanali, tutte le partite del campionato, le partite amichevoli, l’uso esclusivo della sala stampa, la messa a disposizione della sala hospitality, l’utilizzo degli spazi pubblicitari comunali. E’ quindi evidente che il valore dei servizi offerti alla società è di gran lunga superiore al corrispettivo richiesto. Ma è naturalmente una condizione che ad una società prestigiosa, che disputa la massima serie di basket e porta nella nostra città il top della pallacanestro italiana, abbiamo concesso con massima soddisfazione”.

L’assessore allo sport precisa inoltre che “non è interesse di questo Comune conoscere il nome dei collaboratori di cui si avvarrà la Sutor. E’ certo invece che qualsiasi società utilizzi i nostri impianti lo farà alle condizioni che il Comune di Porto San Giorgio ha stabilito ed intenderà stabilire in futuro. Il Comune vigila e continuerà a vigilare, come suo dovere, sull’utilizzo della struttura attraverso le persone che indicherà come di propria competenza”. “Vorrei in ultimo precisare – chiude Salvatelli – che la federazione regionale pallacanestro ha apposto il proprio visto sulla pratica della Supernova per il trasferimento provvisorio dell’attività a Porto San Giorgio, inoltrando la documentazione per competenza alla federazione nazionale. Non risponde quindi a verità che il trasferimento non sia stato concesso e non vedo su questo argomento alcuna ragione di polemica”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-09-2010 alle 14:50 sul giornale del 08 settembre 2010 - 1134 letture

In questo articolo si parla di politica, porto san giorgio, Comune di Porto San Giorgio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bRV