Utilizzo delle tecnologie, obiettivo della Camera di Commercio

2' di lettura 24/05/2010 - La formazione e l'utilizzo adeguato delle tecnologie, sono due degli obiettivi che si è data la Camera di Commercio di Fermo, fin dalla nascita. Proprio in questa direzione, in appena un anno è mezzo, l‘Ente ha messo in piedi numerose iniziative come, tanto per fare alcuni esempi, corsi e seminari sulla Comunicazione Unica per l’avvio delle imprese, gli incontri studio sul Mud (Modello Unico di dichiarazione Ambientale) e quelli sul Sistri (Sistema di Controllo tracciabilità dei rifiuti).

Ecco, infine, il Seminario su “XBRL” propedeutico al deposito del bilancio di esercizio nel registro delle imprese. Seminario promosso in sinergia con il Consiglio Nazionale dei dottori commercialisti e con la facoltà di Economia Aziendale dell'Università di Macerata la cui preside, la Fermana Antonella Paolini, ha portato il saluto ai circa cento convegnisti, riuniti preso l‘Auditorium San Martino.

Saluti portati anche dal Segretario Generale reggente dott. Domenico Tidei e dal presidente dell’Ordine Marco Cannella. “L'input per un seminario di studi sul tema specifico dei bilanci mi è arrivato dal dottor Francesco Campanari, un giovane commercialista di Montegranaro. Idea che ho sposato subito e condiviso con il dottor Domenico Tidei, che ha organizzato al meglio l'evento. Con la formazione – aggiunge il presidente Graziano Di Battista – vogliamo incidere preventivamente sulle innovazioni tecnologiche, come in questo caso che consente una lettura più semplice dei bilanci attraverso un sistema internazionale che garantisce alle aziende anche dei benefici di ritorno”.

Soddisfazione è stata espressa anche dal dottor Tidei: “Soprattutto per l'impegno sinergico – ha detto - che ha visto protagonisti l'Ordine dei commercialisti e l'Università di Macerata, oltre al numero dei partecipanti che hanno seguito con interesse le relazioni di Andrea Fradeani, Docente Associato di Economia Aziendale dell'Ateneo maceratese nonché rappresentante italiano presso la XBRL Task Force della FEE, Francesco Campanari per gli aspetti tecnici e Roberto Giacon consulente Infocamere”. Ma che cos’è lo Xbrl? In estrema sintesi è un formato elettronico, attraverso il quale, nel rispetto delle nuove modalità internazionali, a partire dall'anno in corso, la maggior parte delle Società di Capitali devono depositare al registro delle imprese il loro stato patrimoniale ed il conto economico.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2010 alle 16:17 sul giornale del 25 maggio 2010 - 868 letture

In questo articolo si parla di attualità, Camera di Commercio





logoEV