'Me.Ta I Mercoledì del Teatro Antonini, il secondo ciclo

comune di fermo 2' di lettura 24/05/2010 - Dopo il successo dell’incontro di mercoledì 19 maggio, con il musicista Paolo Capodacqua, che ha visto la partecipazione entusiasta dei bambini delle scuole elementari, invitati dai loro compagni del Centro Montessori, mercoledì 26 maggio, alle ore 21, sempre nell’ambito del II ciclo “Me.Ta” – I mercoledì del Teatro Antonini, è la volta di Maria Lauri, Presidente dell’Anffas e fondatrice del “Dopo di noi” di Grottammare.

A dialogare con lei ci sarà, insieme al Sindaco Saturnino Di Ruscio, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, Ing. Amedeo Grilli, che della realizzazione della struttura è stato uno degli artefici. L’Anffas Onlus - Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettive/o Relazionale - è una grande associazione di genitori, familiari ed amici di persone con disabilità che opera da 50 anni, fondata a Roma il 28 marzo 1958, da un gruppo di genitori radunati attorno a Maria Luisa Ubershag Menegotto, mamma di un bambino con disabilità.

Oggi è presente sull'intero territorio nazionale. L'Anffas di Grottammare, è nata, nel 1993, per iniziativa di Maria Lauri e di altri genitori che come lei dovevano affrontare il problema della disabilità di cui erano portatori i loro figli. “ Un incontro quanto mai importante – commenta il Sindaco di Fermo Saturnino Di Ruscio – che pone l’attenzione sulla necessità di far fronte a tutte le cure ed ai problemi dell’inserimento di questi giovani e soprattutto sulla preoccupazione di quale sarebbe stato il loro destino. Da qui l’importanza del progetto “Dopo di noi”, in cui spazi comuni adibiti a servizi, incontri e pratiche terapeutiche si legano ad unità abitative a carattere di residenza familiare”.

Amedeo Grilli che come Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo è stato il primo a credere in questo progetto, per la cui realizzazione si sono poi associati altri enti finanziari, tra i quali il Monte dei Paschi di Siena, dialogherà con Maria Lauri, per ricostruire le tappe di questo percorso. Un grande esempio di come l’amore, l’intelligenza, la tenacia e la capacità di coinvolgimento portano a realizzazioni che non possono che lasciarci ammirati.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2010 alle 15:18 sul giornale del 25 maggio 2010 - 1292 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo