Anap Confartigianato: più servizi a sostegno delle fasce deboli

direttivo regionale Anap Confartigianato a Fermo 3' di lettura 02/05/2010 - Le Marche sono la 16ma regione europea per tasso di vecchiaia, indicatore dato dal rapporto percentuale tra la popolazione di 65 anni e oltre, e la popolazione di età compresa tra 0 e 14 anni.

Nell'arco di 15 anni la nostra regione ha evidenziato una crescita della quota di over 65 sul totale della popolazione pari al +4,8%, passando dal 17,3% al 22,1%. Nel 1990 nelle Marche vi era un anziano su sei abitanti, 15 anni dopo un anziano su cinque abitanti. Nel 2051, secondo uno studio dell’Anap Confartigianato, nelle Marche la quota di anziani sulla popolazione passerà al 35,7. Il picco della incidenza degli over 65 nelle Marche si registrerà nel 2048, quando nelle Marche vi saranno 35,9 anziani ogni 100 abitanti.

I lavori del direttivo regionale dell’Anap Confartigianato che si è svolto a Fermo sono serviti a fare il punto e lanciare la raccolta di firme a sostegno del Disegno di legge 496/2008 per la prevenzione e la cura del morbo di Alzheimer, malattia purtroppo in crescita anche nelle Marche. Questa iniziativa rientra tra quelle che Confartigianato Imprese anche a livello Nazionale mette in campo per la prevenzione e predizione dell’Alzheimer in sinergia con l’Università la Sapienza di Roma, la Federazione Italiana Medici Geriatri. Viene ricordata la recente giornata trascorsa il 17 aprile sulle piazze d’Italia sempre per la medesima materia ed è stata presentata anche Magic Round “un incontro per la vita” in corso già a Roma e che lunedì sarà presso la Sede nazionale di Confartigianato. I protagonisti sono i pugili Griffith, affetto da tale malattia, e Benvenuti che tutti ricordiamo nei memorabili incontri degli anni sessanta. Nella nostra regione, su circa 1.400.000 abitanti, sono presenti 517.000 pensionati, che percepiscono mensilmente un importo medio di 581 euro.

Nelle Marche l’Anap Confartigianato conta 17.500 associati a fronte di 68.000 artigiani pensionati INPS e nelle province di Ascoli e Fermo i soci pensionati sono oltre 3.000. Per questo l’Anap Confartigianato è molto attenta alle esigenze dei pensionati ed in sinergia con il Patronato Inapa sviluppa importanti servizi. In questo periodo la Confartigianato sta assistendo i pensionati ed i lavoratori di tutte le categorie nella redazione dei 730 e dei modelli RED e ISEE tramite il Caaf Confartigianato. La Confartigianato da tempo conduce una battaglia per chiedere l’adeguamento delle pensioni. La grande maggioranza dei pensionati stenta ad arrivare alla fine del mese e tra questi molti sono gli ex lavoratori autonomi. Il problema dell’adeguamento del potere di acquisto e dei minimi pensionistici è particolarmente sentito.

Negli ultimi anni afferma l’Anap Confartigianato le pensioni hanno subito una consistente svalutazione, anche a causa dell’attuale sistema di adeguamento Istat alla variazione dei prezzi al consumo, che non rispecchia l’inflazione reale e non tiene conto dell’evolversi del tenore di vita generale del Paese. Per tutelare il potere di acquisto delle pensioni si rende pertanto necessario adottare un paniere specifico per i pensionati in base al quale l’Istat calcoli l’indice di rivalutazione delle pensioni. Inoltre riparametrare le pensioni all’incremento dei salari e degli stipendi, come avviene in altri Paesi europei. Prima di trattare gli argomenti all’ordine del giorno son0 forniti i dati associativi relativi al 2009 che vedono le Marche la sesta regione d’Italia con i suoi 17.500 associati a fronte di 68.000 artigiani pensionati INPS nelle Marche e a fronte di 210.000 Associati Anap Italia: i dati nelle Marche stanno significare che il 26% dei pensionati artigiani è associato all’Anap e usufruisce dei suoi servizi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2010 alle 16:53 sul giornale del 03 maggio 2010 - 763 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, anziani, fermo, anap confartigianato





logoEV