Carifermo spa: ridotti gli organi societari ed il numero dei consiglieri

29/04/2010 - Lunedì 26 aprile l’Assemblea degli azionisti della Cassa di Risparmio di Fermo Spa ha esaminato il bilancio dell’esercizio 2009 della Banca che è stato approvato all’unanimità. La Banca locale fermana, autentico pilastro dell’economia del territorio, ha chiuso l’esercizio offrendo numeri positivi e coerenti con gli obiettivi aziendali. L’utile netto cresce a 10.254.615 euro, parte destinato a riserve e parte assegnato come dividendo nella misura di euro 10,00 per azione contro i 6,40 dell’esercizio 2008.

Profonda la riorganizzazione della governance aziendale: il numero dei membri del cda si riduce da tredici a dieci in un’ottica di razionalizzazione ed ottimizzazione per una maggiore efficienza e tempestività nelle scelte gestionali. Si elimina il Comitato Esecutivo con la nomina dell’Amministratore Delegato che assorbe le funzioni del Direttore Generale.


È stato confermato l’Avv. Alberto Palma alla presidenza del Consiglio di Amministrazione. Il nuovo cda è inoltre composto dai Vice Presidenti Maurizio Virgili (vicario) e Mario Romano Negri e dai consiglieri Renato Corti, Elvidio Alessandri, Renato Mazzocconi, Ferruccio Petracci, Rodolfo Zengarini, Domenico Selva ed Alessandro Cohn. Quest’ultimo, già Direttore Generale, dal primo maggio va ad assumere il ruolo di Amministratore Delegato. “Voglio salutare gli amministratori uscenti, il Vice Presidente Luigi Orlandi ed i consiglieri Domenico Strappa e Loredano Luciani Ranier, ringraziandoli per il grande contributo e per l’attaccamento alla banca locale dimostrati durante la lunga collaborazione.” afferma il Presidente Alberto Palma, che aggiunge “È stato appena approvato un bilancio positivo che assicura a Carifermo, banca solida dai conti in ordine, serenità anche per l’anno in corso, nonostante la difficile situazione economica globale, grazie alla sana e prudente gestione e alla professionalità del personale guidato da Alessandro Cohn. Nel nuovo assetto societario Carifermo Spa progredisce ancora sulla via dell’efficienza e della razionalizzazione operativa.”


“Nel 2010 proseguiremo il fondamentale percorso intrapreso accanto alle realtà del territorio, per continuare ad operare a sostegno di progetti di sviluppo locale.” dichiara l’Amministratore Delegato Alessandro Cohn “Tra l’altro non dimentichiamo che entreremo nel periodo di transizione che porterà, a partire dal 2012, a Basilea 3, la nuova riforma dei requisiti patrimoniali e di liquidità delle banche. Buoni livelli di solidità e liquidità uniti ad un forte radicamento sul territorio ci consentiranno di affrontare con sicurezza le prossime sfide.” Il sostegno al territorio di Carifermo Spa emerge dai dati del bilancio: un’ulteriore crescita degli impieghi ed un aumento della raccolta diretta rispetto al 2008, con un apprezzabile incremento del numero dei conti correnti. Il patrimonio complessivo al 31 dicembre 2009 si è posizionato ad euro 154.716.567 con un Tier1 del 13,91%. Un bilancio in salute per continuare ad essere al fianco di imprese e famiglie. Nel corso dell’assemblea è stata ribadita la funzione dell’istituto di credito legata al territorio, come pure il ruolo di azionista stabile di riferimento svolto dalla Fondazione che intende mantenere il controllo della Carifermo Spa.


L’Ing. Amedeo Grilli, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, soddisfatto per i risultati di bilancio, ha poi ringraziato l’altro socio azionista Intesa San Paolo Spa per la condivisione e la collaborazione dimostrata anche in questa fase di snellimento e riassetto degli organi della società.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2010 alle 16:32 sul giornale del 30 aprile 2010 - 916 letture

In questo articolo si parla di attualità, carifermo spa





logoEV