Porto S. Elpidio: il vincolo sul cine-teatro è una sconfitta per la maggioranza dei cittadini

porto s.elpidio 01/04/2010 - In merito al vincolo architettonico apposto sull’ex cine-teatro dalla Soprintendenza ai Beni Architettonici delle Marche Luigi Perticarà, il presidente del Comitato promotore della raccolta firme per la demolizione dell’immobile, ha dichiarato quanto segue: 

“Questo vincolo rappresenta la vittoria di pochi e la sconfitta della stragrande maggioranza dei cittadini di Porto Sant’Elpidio, che sono sempre stati dalla nostra parte e hanno manifestato il loro dissenso con le oltre 7 mila firme raccolte dal Comitato che presiedo. Firme che esprimono la contrarietà della città a tenere in piedi una struttura fatiscente che mette a repentaglio l’igiene, la sicurezza e il decoro della Piazza.


I cittadini elpidiensi hanno sempre appoggiato le scelte del sindaco Andrenacci e dell’intera amministrazione comunale, lo dimostra il consenso elettorale espresso nel 2008 e le oltre 7 mila firme raccolte, in breve tempo, dal Comitato che presiedo. Ora purtroppo ci troviamo costretti a subire un vincolo che la città non vuole, una decisione presa dall’alto su richiesta di pochi e a scapito di molti.


Questo però non vuol dire che ci daremo per vinti, insieme alla stragrande maggioranza dei cittadini di Porto Sant’Elpidio continueremo a sostenere il sindaco e l’amministrazione comunale nella loro opera di riqualificazione della città. Soltanto restando uniti infatti riusciremo a raggiungere l’obiettivo che ci eravamo prefissi, nonostante gli ostacoli e le difficoltà incontrate: realizzare la Piazza che tutti i cittadini vogliono e meritano, per la quale abbiamo sempre lottato”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2010 alle 14:42 sul giornale del 02 aprile 2010 - 762 letture

In questo articolo si parla di politica, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio, porto s. elpidio