Porto S. Elpidio: la 'Via Crucis' di Montanari alla Ss. Annunziata

porto s.elpidio 1' di lettura 31/03/2010 - Si inaugura la sera di giovedì 1 aprile, nella Chiesa della Ss. Annunziata di Porto Sant’Elpidio la mostra delle quattordici tele che compongono la “Via Crucis” di Dante Montanari.

La presentazione, a cura di Daniela Simoni, Direttrice del Centro Studi Osvaldo Licini, si terrà alle ore 21,00, prima dell’inizio del rito del Giovedì Santo.


L’importante iniziativa, promossa dalla Fondazione Progetto Città e Cultura di Porto Sant’Elpidio, in collaborazione con il Comune e grazie alla disponibilità dell’Ufficio beni ecclesiastici della Diocesi di Fermo, con il patrocinio della Regione, della Provincia e della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, segna il primo “ritorno” di Dante Montanari nel suo paese, dove era nato nel 1896. Vissuto a Bergamo tra il 1920 e il 1939, l’artista si era poi trasferito nel 1940 a Milano dove è rimasto fino alla scomparsa, avvenuta nel 1989.


Nel corso di una lunga carriera artistica, Montanari ha partecipato a tutte le Biennali di Venezia dal 1924 al 1952, a tutte le edizioni del premio Bergamo e a numerose mostre nazionali e internazionali, ottenendo importanti riconoscimenti. Il testo critico che accompagna la mostra è di Marilisa di Giovanni dell’Università di Pavia, le tele della “Via Crucis”, realizzate negli anni Cinquanta, sono della collezione Giacobone di Milano.


“Con l’esposizione della “Via Crucis” - afferma l’assessore alla cultura Annalinda Pasquali – ha inizio un programma di iniziative dedicate a Dante Montanari che culminerà con una mostra antologica a Villa Baruchello a cui stiamo già lavorando”.

La mostra rimarrà aperta fino al 2 maggio dalle ore 8 alle 12 e dalle 16 alle 19.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2010 alle 15:07 sul giornale del 01 aprile 2010 - 880 letture

In questo articolo si parla di cultura, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio, porto s. elpidio





logoEV