Sant\'Elpidio: conciliazione tempi di vita e di lavoro, approvati progetti

soldi 25/09/2009 - Ammonta, in totale, a 210 mila euro il contributo assegnato dalla Regione Marche per la realizzazione di ben 5 progetti (di cui uno in collaborazione con la P.A. Croce Azzurra) circa la conciliazione dei tempi di vita con quelli di lavoro.

Si tratta di progetti in cui soggetti istituzionali e attori sociali agiscono in sinergia allo scopo di migliorare le condizioni di vita delle persone, attraverso la promozione di strumenti che sono in grado di offrire risposte concrete per una migliore gestione dei tempi di lavoro, cura familiare e del tempo libero, attraverso la sperimentazione di nuovi modelli e servizi di organizzazione flessibile degli orari.

In particolare, fra i progetti promossi dal Comune di Sant’Elpidio a Mare (che ha concorso per una parte al finanziamento degli stessi), sono stati ammessi a beneficio: “Il Girasole…un fiore per la città”, che prevede il prolungamento dell’orario pomeridiano/serale (fino alle 18) e nei fine settimana (l’apertura il sabato fino alle ore 12) del Centro socio-educativo-riabilitativo “Il Girasole” (struttura gestita dal Comune di Sant’Elpidio a Mare per conto dei Comuni dell’Ambito Sociale XX);

“Extra Skuola…non solo compiti”, un progetto rivolto agli alunni delle scuole primaria e secondaria di 1° grado del territorio comunale che sarà attivato, all’interno dei plessi scolastici, nei periodi di chiusura delle scuole per le festività e nel mese di settembre prima della ripresa delle lezioni. Prevede di dare un supporto didattico ai bambini ed ai ragazzi nell’esecuzione dei compiti, favorire l’integrazione degli alunni stranieri e promuovere attività ricreative e ludiche;

“Il tempo…condiviso”: si tratta di una forma di collaborazione (e non di assistenzialismo) fra individui attraverso il sistema della Banca del Tempo: ovvero una rete di solidarietà tra persone che offre una soluzione alle piccole necessità della vita (ad esempio: offrire il trasporto in auto ad una persona che ne è priva, andare a prendere a scuola il proprio bambino insieme a quello dei vicini, sistemare l’orlo di un abito, annaffiare le piante dei vicini in vacanza, ecc);

“La residenza del sorriso”: il progetto prevede, attraverso il coinvolgimento dei familiari, degli operatori e dei volontari, l’attivazione all’interno della Residenza Protetta di Sant’Elpidio a Mare di due attività: corsi di comico-terapia e di ginnastica dolce a domicilio.

Approvato anche un quinto progetto, presentato insieme alla Croce Azzurra, denominato “In viaggio col sorriso”: consiste nel trasporto, a cura della Pubblica Assistenza cittadina, di persone malate di Alzheimer dai Comuni di Sant’Elpidio a Mare, Porto S. Elpidio e Monte Urano al centro diurno di Montegranaro, migliorando così la gestione del tempo ai familiari che normalmente accompagnano personalmente i propri congiunti nelle struttura.

“Crediamo che questi progetti possano realmente migliorare le condizioni di vita degli individui coinvolti, e non solo, grazie alla flessibilità di orario ed alla collaborazione di tanti” – hanno commentato il sindaco Alessandro Mezzanotte ed il vice sindaco e assessore ai Servizi Sociali Sibilla Zoppo Martellini.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2009 alle 18:16 sul giornale del 25 settembre 2009 - 1160 letture

In questo articolo si parla di politica, Sant\'Elpidio a Mare, Comune di Sant\'Elpidio a Mare





logoEV