Porto S. Giorgio: alluvione, una Conferenza dei servizi per prevenirla

alluvione 2' di lettura 17/09/2009 - Si è svolta martedì pomeriggio al comune di Porto San Giorgio una Conferenza dei servizi, richiesta appositamente dal sindaco di Porto San Giorgio Andrea Agostini, per la prevenzione dal rischio di esondazioni dell’Ete, con possibili allagamenti, durante la prossima stagione autunnale.

Un incontro servito per fare il punto sulle azioni messe in opera e sugli interventi ancora da realizzare per evitare che gli eventi calamitosi capitati un anno fa abbiano a ripetersi. Erano presenti, oltre al sindaco Agostini, l’assessore provinciale all’agricoltura Guglielmo Massucci, l’agronomo Fabio Sansonetti, il geometra dell’ufficio tecnico provinciale Antonio Cameli, il geologo del genio civile Cristiana Villatora, e ancora per il corpo forestale il sovrintendente Malavolta, il presidente Coop Agri Vittori, il presidente Col diretti Mazzoni, il responsabile locale della protezione civile Pazzi, i dirigenti comunali Scotece e Claretti, l’ingegner Sisi dell’ufficio tecnico ed il vicecomandante della Polizia municipale Ferranti.


Il Comune ha annunciato l’intenzione di scrivere ai proprietari di terreni frontisti del rio Petronilla per raccomandare la pulizia dei terreni di proprietà evitando così gravi occlusioni. Interventi da effettuarsi comunque previo interessamento del genio civile. L’intenzione è inoltre di scrivere ai proprietari terrieri lungo la strada provinciale Fermana, per esortarli a buone pratiche agrarie, e dove possibile a ridurre gli interventi di aratura che in un terreno a forte pendenza potrebbero avere conseguenze gravi.


“Ho disposto inoltre – spiega il sindaco Agostini – che l’ufficio ambiente comunale predisponga un regolamento di polizia agraria ad oggi inesistente. La Provincia ci ha fornito ampie rassicurazioni sul fatto che i proprietari terrieri abbiano realizzato interventi importanti per scongiurare il rischio di allagamenti, con solchi capaci di contenere gli effetti delle piogge. Inoltre ho ricevuto assicurazioni che entro la fine di ottobre saranno realizzati due nuovi tombini di canalizzazione delle acque tra i due semafori che si trovano lungo la strada provinciale. Verranno inoltre realizzate delle bocche di rupo per contenere ulteriormente l’agglomerazione di acqua. Interventi che secondo la Provincia dovrebbero rivelarsi sufficienti a scongiurare rischi di eventi calamitosi. Gli uffici comunali mi garantiscono che le condutture, per quanto di competenza comunale, sono pulite e funzionanti. Infine, nel corso dell’incontro è emerso un invito alle cooperative a farsi carico di una regolamentazione comune per gli interventi sui terreni agricoli”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-09-2009 alle 16:08 sul giornale del 17 settembre 2009 - 1858 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Porto San Giorgio