Sezione calzaturieri: mai unita come oggi

Scarpette Collezione Pollenza Fai 13/09/2009 - Le diaspore e le divisioni ci sono se si vogliono creare ad arte, o far credere che ci siano.

E’ chiaro che in un\'Associazione c’è confronto e dibattito (è il sale della democrazia e il metodo principe della libertà), ci sono progetti ed iniziative diversi, momenti elettorali ed alleanze, punti di vista e maggioranze; l’importante è che alla fine ci siano l\'attenzione al collega, all\'Associazione (e alla Sezione), e il rispetto delle regole. In Confindustria le regole esistono. Proprio le regole e la correttezza di Confindustria Fermo hanno permesso di far nascere e sviluppare un\'importante Associazione imprenditoriale nel Fermano, che è stata agli inizi della battaglia per l\'ottenimento della nuova provincia e il motore di tanta parte di sviluppo locale. L’Associazione è cresciuta e si è rafforzata con l’unificazione delle aziende calzaturiere provenienti da Confindustria Ascoli Piceno.



Per quanto riguarda propriamente la Sezione calzaturieri, diretta da Ronny Bigioni, la dialettica ed il confronto sono vivaci, sia per l’entità stessa della Sezione, che è la più grande d’Italia (quasi 300 aziende), sia per le necessità di conoscenza ed integrazione degli stessi imprenditori, sia per il momento congiunturale che vede una crisi senza precedenti colpire il settore ed inasprire le normali tensioni tra quanti competono sugli stessi mercati . Una cosa però è la dialettica ed il confronto dentro l’associazione, altra è, da parte di certuni che sono minoranza della minoranza, cercare di far passare sulla stampa uno scontro inesistente o tentare di veicolare minacce di irrimediabili spaccature. Si tratta di mere opinioni personali dirette solo a creare malumori e tensioni, con lo scopo recondito di impedire nuovi sviluppi e nuove attività associative. Ci auguriamo che il vostro prestigioso giornale, tenga in debito conto l\'atteggiamento di quanti, con estemporanei ed arbitrari comportamenti, hanno a cuore più la propria poltrona che il bene dell\'insieme.



La voce ufficiale di Confindustria Fermo, in quanto Associazione avente personalità giuridica, è solo quella dei suoi rappresentanti legittimamente eletti. Diversa è la comunicazione fatta da alcuni imprenditori che per vari motivi espongono il loro pensiero, la loro opinione, ma che non rappresentano il pensiero della territoriale e delle sue Sezioni. Sono piani diversi che i giornalisti sicuramente comprendono e che aiutano a fornire un\'informazione sempre più puntuale e documentata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-09-2009 alle 19:02 sul giornale del 14 settembre 2009 - 931 letture

In questo articolo si parla di attualità, confindustria fermo





logoEV