Nuovo anno scolastico, nuove tariffe

09/09/2009 - L’avvio del nuovo anno scolastico, per le scuole dell’obbligo, è accompagnato dalla ripresa dei servizi trasporto e mensa.

Tutte le famiglie stanno ricevendo in questi giorni al proprio domicilio i tesserini per l’accesso ai suddetti servizi. Le tariffe sono rimaste invariate per quanto riguarda il trasporto scolastico mentre il buono pasto per la mensa è stato portato dagli attuali 2.60 euro a 3.60 euro, fatta salva la applicazione delle agevolazioni.


L’aumento del costo della refezione scolastica si è reso necessario in quanto le attività inerenti la mensa (predisposizione del refettorio, ricevimento pasti, scodellamento, pulizia e riordino dopo i pasti), svolte fino al giugno di quest’anno dai bidelli delle scuole in virtù di una convenzione Comune/Scuole stipulata nel 1999, dovrà essere gestita diversamente.


Questa amministrazione infatti ha ricevuto comunicazione dai collaboratori scolastici del I e III circolo di indisponibilità all’espletamento delle c.d. “funzioni miste” di cui sopra. Sono 14 le materne e 7 le primarie coinvolte e circa 40 le unità di personale richieste con una spesa almeno tre volte superiore a quella sostenuta fino ad ora e prevista in bilancio.


Questa amministrazione ha anche deliberato di affidare alla Asite, titolare del servizio mensa, la gestione di questa attività accessoria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2009 alle 18:24 sul giornale del 09 settembre 2009 - 997 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo





logoEV