Sant\'Elpidio a Mare: Sport e solidarietà a L\'Aquila

calcio 3' di lettura 08/09/2009 - Anche se l’agonismo ha la sua importanza, domenica 6 settembre, allo stadio “Tommaso Fattori” de L’Aquila è quasi passato in secondo piano.

Nell’impianto sportivo abruzzese, per l’incontro d’esordio del campionato nazionale di calcio di serie D (girone F), si sono affrontate la squadra di casa de L’Aquila 1927 e l’Elpidiense Cascinare. Ma al di là del risultato sportivo (che ha visto i locali battere gli ospiti per 4 gol a 0) l’incontro ha rappresentato un segno della rinascita della città colpita dal sisma il 6 aprile scorso: allo stadio, infatti, dopo aver ospitato in questi mesi una delle tante tendopoli allestite nell’emergenza, si è tornati a giocare a calcio.


E a suggellare questo segno di speranza, in occasione di questa prima partita, non è voluto mancare il sindaco Alessandro Mezzanotte che ha assistito alla partita insieme al direttore del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile Guido Bertolaso, al sindaco dell’Aquila Massimo Cialente (che ha assicurato la sua presenza a Sant’Elpidio a Mare nell’incontro di ritorno il 17 gennaio 2010), all’assessore allo sport Antonio Lattanzi, al presidente della Provincia de L’Aquila Stefania Pezzopane. Presenti anche il presidente della Provincia di Fermo Fabrizio Cesetti ed il sindaco di Amandola Giulio Saccuti.


Fra il primo ed il secondo tempo il sindaco Mezzanotte ha voluto omaggiare gli amministratori locali di una stampa riproducente Sant’Elpidio a Mare nel XVII secolo e di alcune pubblicazioni storico-culturali sulla città. Il primo cittadino elpidiense ed il presidente dell’Elpidiense Cascinare Giuseppe Torresi hanno donato, inoltre, al sindaco de L’Aquila il prototipo di una calzatura sportiva (realizzata a mano, interamente in pelle e con fondo in cuoio) disegnata da Cristina Franceschini del suolificio DRG di Sant’Elpidio a Mare e prodotta da maestri calzaturieri in collaborazione con il calzaturificio Tiemmegi.


Le scarpe, facenti parte di una serie limitata, saranno vendute sul mercato ed al termine della stagione il 10% dell’incasso realizzato sarà interamente devoluto alle popolazioni terremotate dell’Abruzzo. “Ho voluto ricordare che, oltre all’evento sportivo, nella prima di campionato di serie D si è celebrata una sorta di festa di solidarietà.


L’Aquila è tornata a giocare nel suo stadio e con orgoglio la città di Sant’Elpidio a Mare e la sua squadra, l’Elpidiense Cascinare, unica compagine della Provincia di Fermo a militare in una categoria così alta, sono stati presenti per testimoniare la loro vicinanza alle popolazioni abruzzesi colpite dal sisma” – ha dichiarato il sindaco Alessandro Mezzanotte.


Nel corso del suo intervento il sindaco ha ricordato anche che “la città di Sant’Elpidio a Mare, oltre alle iniziative pro terremotati portate avanti in questi mesi dal Comitato appositamente costituitosi e formato da diverse associazioni cittadine, dedicherà proprio all’Abruzzo un’edizione speciale della rievocazione storica più antica delle Marche, “La Contesa del Secchio”, il prossimo 13 settembre”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-09-2009 alle 16:53 sul giornale del 08 settembre 2009 - 1221 letture

In questo articolo si parla di attualità, calcio, Sant\'Elpidio a Mare, Comune di Sant\'Elpidio a Mare





logoEV