Porto Sant\'Elpidio: il Girodonne volano di promozione turistica del territorio

giro ciclistico femminile 25/06/2009 - Mentre fervono i preparativi per la tappa del Giro d’Italia Femminile, che si svolgerà il prossimo martedì 7 luglio sul lungomare di Porto Sant’Elpidio, è ormai in dirittura d’arrivo il grande evento dedicato alla presentazione ufficiale della tappa elpidiense.

La cerimonia, prevista per Venerdì 26 giugno, alle ore 17,30, a Villa Baruchello vedrà la partecipazione di Andrea Bartali e Faustino Coppi, presenterà Giorgio Martino. Un’occasione unica per parlare di ciclismo a 360°, con figli d’arte e grandi sportivi che daranno ancora più lustro alla manifestazione ciclistica che si svolgerà tra qualche giorno. Una gara importante e prestigiosa, che non mancherà di richiamare un nutrito pubblico.


L’evento è organizzato dal Gruppo Ciclistico Montagnola, con il patrocinio del comune di Porto Sant’Elpidio. “A differenza di quanto sostiene il consigliere comunale Andrea Putzu- ha spiegato Orazio Bracalnte, vice presidente del Gruppo Ciclistico Montagnola- il Giro d’Italia Femminile sarà un grande volano di promozione turistica del nostro territorio.


Basti pensare che la tappa del 7 luglio sarà ripresa con 2 collegamenti Rai, rispettivamente di 40 e 50 minuti. La carovana del giro sarà composta da ben 400 persone, che soggiorneranno nei nostri alberghi. Ci saranno ben 172 atlete, le migliori del mondo, 18 squadre, di cui 11 straniere ed una statunitense. Si tratta di una gara ciclistica giunta quest’anno alla sua ventesima edizione, che per la prima volta fa tappa a Porto Sant’Elpidio. Prima di parlare di ciclismo, il consigliere Putzu dovrebbe informarsi sull’attività svolta in questi anni dal Gruppo Ciclistico Montagnola.


Abbiamo vinto per ben 2 anni consecutivi il Campionato Italiano esordienti, nel 1997 e nel 1998 e in 40 anni di attività abbiamo sempre promosso l’attività ciclistica dei giovani. Basti pensare che ogni anno gestiamo dai 50 ai 60 ragazzi. Un consigliere comunale dovrebbe incoraggiare le società sportive, spronarle a organizzare grandi eventi, soprattutto quelle che esistono da mezzo secolo e che hanno sempre valorizzato il settore giovanile, proprio come la nostra.


Invece ci si limita soltanto a criticare e ad attaccare con inutili polemiche. Per quanto riguarda in particolare l’aspetto economico e organizzativo, possiamo dire a Putzu che il Gruppo Ciclistico Montagnola è stato contattato dalla Società Velo Club di Sovico, che organizza a livello nazionale il Girodonne. A sua volta, noi abbiamo chiesto il patrocinio del comune di Porto Sant’Elpidio che ci ha dato tutta la sua disponibilità.


Ciò significa che il Girodonne non è costato praticamente nulla all’amministrazione comunale. Le spese sono tutte a carico della nostra Società, che si è anche impegnata a trovare sponsor in grado di sostenere la manifestazione”. Sulla stessa linea di pensiero si è posta l’assessore allo sport Milena Sebastiani. “Il Girodonne- ha concluso quest’ultima- è un evento che ci è stato proposto e che siamo stati lieti di inserire all’interno del nostro cartellone estivo. E’ risaputo che le nostre finanze sono limitate e che non abbiamo molti soldi da spendere.


Con la tappa elpidiense del Giro d’Italia Femminile avremo l’opportunità di farci conoscere su tutto il territorio nazionale e di ospitare un evento prestigioso con un sostegno economico molto limitato.


E’ proprio per tale motivo che abbiamo sposato in pieno l’iniziativa. Per quanto riguarda in particolare l’intervento di Putzu, posso dire che sono sempre aperta a proposte e suggerimenti, di tutti i consiglieri”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2009 alle 16:05 sul giornale del 25 giugno 2009 - 1224 letture

In questo articolo si parla di sport, porto sant\'elpidio, Comune di Porto Sant\'Elpidio, giro ciclistico femminile