Scongiurata in extremis la chiusura di Croce di Casale

massimo rossi 13/06/2009 - Grazie all’intervento diretto del presidente Massimo Rossi, che ha mediato per tutta la serata di ieri tra le esigenze di sicurezza manifestate dal Servizio Viabilità della Provincia e le necessità tecniche e logistiche della ditta che ha la gestione della manutenzione dell’illuminazione delle gallerie della strada, è stata scongiurata all’ultimo momento la chiusura al traffico della SP 237 bis “Picena”, in un primo momento prospettata come inevitabile a causa del “black out” dell’impianto di illuminazione del traforo di Croce di Casale.

In attesa che venga messo in attività il trasformatore che sostituirà quello guastatosi improvvisamente, il servizio Viabilità ha infatti installato la necessaria segnaletica che avvisa gli automobilisti dell’inconveniente mentre gli ingressi del tunnel vengono presidiati da pattuglie della Polizia provinciale che, anche con il supporto di vetture dotate di pannelli luminosi a messaggio variabile, invitano gli automobilisti a moderare la velocità ed a prestare la massima attenzione soprattuto al momento dell’ingresso in galleria, quando il passaggio dalla luce solare, particolarmente intensa in questo periodo dell’anno, e il buio potrebbe creare serie difficoltà nella guida.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2009 alle 17:56 sul giornale del 13 giugno 2009 - 1109 letture

In questo articolo si parla di politica, san benedetto del tronto, fermo, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno