Porto S. Elpidio: raccontiamoci,contafavole, contafiabe, contapoesie

contafavola 13/06/2009 - Il comune di Porto Sant’Elpidio, ininterrottamente dal 1977, organizza attività di animazione artistica in collaborazione con le scuole cittadine.

In questo ambito, dal 1982, l’animatore teatrale Ermanno Pacini è arrivato a coinvolgere, da oltre un decennio, il 90% della scuola elementare, circa 900 alunni, più un gruppo delle medie inferiori ed uno delle superiori. L’intervento, con il programma dal titolo “Dall’apprendimento della lettura e scrittura alla stesura del testo attraverso l’animazione teatrale” dalla 1° alla 5° elementare, ha lo scopo generale di sviluppare l’atto creativo all’interno dell’attività scolastica e, poi, la socializzazione del prodotto artistico stesso con manifestazioni di vario tipo.

Da questo programma, in stretta collaborazione con i Collegi dei docenti, scaturiscono in 3° delle favole di oggetti, in 4° delle fiabe, in 5° poesie. Con queste ultime produzioni, fra l’altro, da alcuni anni il comune di Porto Sant’Elpidio celebra ufficialmente “Il giorno della Memoria”.

“Con queste produzioni- ha spiegato l’animatore teatrale Ermanno Pacini- si dà vita ad un cospicuo numero di spettacoli di teatro, con inserti di danza ed utilizzo di tecniche varie, presso il Teatro delle Api, Villa Baruchello, giardino della scuola Rodari ed arena San Filippo. Inoltre si dà vita a momenti di confronto collettivo, un aspetto a cui attribuiamo una forte rilevanza futura nel campo sociale. Cioè, ogni classe cura una lettura drammatizzata, selezionando fra le diverse produzioni individuali di favole (3° elementare), fiabe (4° elementare), poesie (5° elementare), e la rappresenta alle classi dei bambini più piccoli dicendo loro .

Quest’ultima attività ha lo scopo ben preciso di creare nei bambini e ragazzi “l’abitudine” a raccontarsi, ascoltare e confrontarsi con gli altri per crescere insieme e sottolineiamo come essa possa essere un valido e serio strumento, oltre che educativo, preventivo in quella che gli adulti definiscono “l’incomunicabilità fra gli esseri nella vita moderna”, causa riconosciuta di quel diffuso malessere esistenziale che spinge la nostra gioventù, e non solo, a comportamenti pericolosi e purtroppo, in diversi casi, deviati e violenti.

Un momento particolare rivestono i recital delle poesie prodotte dalle classi 5°, che vengono, presentati presso la Biblioteca Comunale anche alle famiglie, in momenti che creano una forte emotività favorendo nei genitori una riconsiderazione del mondo adolescenziale che apre sempre un duro conflitto fra genitori e figli. In questo programma i temi dell’intercultura occupano un posto rilevante.

A questo, vanno aggiunti gli incontri “Genitori e figli in Biblioteca insieme” per ascoltare letture drammatizzate di fiabe di tutto il mondo.

Sul sito del nostro comune www.elpinet.it, alla voce il Contafavole, si possono trovare i video di fiabe e favole raccontate con disegni animati dagli stessi bambini, unitamente ai percorsi didattici utilizzati per la produzione”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2009 alle 15:11 sul giornale del 13 giugno 2009 - 2748 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto sant'Elpidio, Comune di Porto Sant'Elpidio, contafavola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Jxr