‘Sapienza’, il sindaco non è intervenuto sulla scelta di trasformare il tempo pieno in normale

fermo 04/06/2009 - \"Sembra essere nato un caso intorno alla vicenda scolastica riguardante il tempo pieno presso il plesso scolastico ‘Sapienza’ di Fermo\".

Ricostruiamo la vicenda per gradi. I genitori dei futuri alunni della scuola primaria Sapienza si erano espressi a favore del tempo pieno, su 24 bambini iscritti 14 erano favorevoli. Nella conferenza di servizio all’Ufficio Scolastico Provinciale svoltasi lo scorso mese di aprile la richiesta era stata accolta. Successivamente, però, si apprendeva che a seguito di accordi tra “organi istituzionali” il tempo pieno veniva trasformato in tempo normale nel plesso di cui sopra. Si tiene a precisare che su queste scelte il Sindaco non è intervenuto. Tale decisione purtroppo, però, è stata imputata impropriamente al Sindaco della Città di Fermo nel corso di un collegio di docenti.



A tal fine il Sindaco ha diffidato con lettera (protocollo n. 19673 del 26 maggio 2009 indirizzata alla Direzione del III° Circolo, al Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale ed al Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale), le autorità competenti a voler far chiarezza in merito perché risulti evidente chi si è assunto la responsabilità di tale decisione che non spetta certo al Sindaco che contrariamente si era attivato per ottenere il tempo pieno che era stato concesso, poi inspiegabilmente tolto. A tale richiesta di spiegazioni non si è ancora avuta alcuna risposta e se non si avranno delucidazioni nel merito ci si vedrà costretti ad interpellare i legali di questo Ente a tutela dello stesso.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2009 alle 16:45 sul giornale del 04 giugno 2009 - 796 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Comune di Fermo