Sant\'Elpidio a Mare: segnali positivi dalle opere di difesa costiera, l\'erosione si sta lentamente riducendo

sant\'elpidio a mare 31/05/2009 - Le opere di difesa costiera stanno iniziando a sortire gli effetti sperati. La spiaggia infatti, sia nella parte nord che in quella sud del litorale, si sta ampliando sempre di più. Un risultato visibile anche a occhio nudo e che fa ben sperare per il futuro.

“L’erosione costiera- ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Alberto Procaccini- si sta lentamente riducendo e questo è un segnale estremamente positivo perché significa che il progetto inizia a funzionare, proprio come avevamo previsto. In particolare nella zona sud, in assenza di scogliere, il fiume Tenna tendeva a erodere la spiaggia mentre ora questo fenomeno non si verifica più. Qui lo scorso 20 maggio abbiamo provveduto a chiudere l’apertura che si trovava tra il pennello e la scogliera e nel frattempo il materiale di ripascimento si è accumulato a sud del pennello, facendo crescere la spiaggia. I lavori sono ancora in corso e sono stati prorogati fino ai primi 10 giorni di giugno, proprio per completare definitivamente l’opera. Subito dopo la barriera sarà collaudabile.


Il materiale di ripascimento è stato tutto depositato, la ditta appaltatrice ha quasi chiuso tutte le falle che erano state lasciate aperte. Ora si può iniziare a ragionare su quanto era stato previsto: nella parte sud, in prossimità della foce del Tenna, si è già depositato il materiale utilizzato per ricaricare la spiaggia. Questo significa che abbiamo i primi segnali che il progetto sta funzionando, anche se gli effetti definitivi si vedranno solo a distanza di qualche anno”.



“I segnali positivi non vengono soltanto dalla parte sud del litorale- ha concluso il sindaco Mario Andrenacci- ma anche dal tratto di spiaggia antistante il camping Holiday, che si è praticamente raddoppiata. E’ proprio sulla base di questi risultati concreti e tangibili che vorrei rassicurare gli operatori di spiaggia. Con il termine definitivo dei lavori infatti l’erosione costiera non dovrebbe essere più un problema da temere. Grazie ad un’efficace azione di coordinamento e collaborazione con la Regione Marche, lo scorso mese di gennaio siamo riusciti ad ottenere un finanziamento di circa 500 mila euro che ci ha consentito, finalmente, di completare le opere di difesa della costa.


Abbiamo fortemente sostenuto e creduto nell’opera delle scogliere frangiflutti quale investimento per proteggere la nostra costa dall’erosione che è diventata, ormai, una vera emergenza in molte zone d’Italia. Vogliamo fare del turismo uno dei cardini importanti dell’economia del territorio e ora, con la conclusione di questi lavori, potremo finalmente guardare al nostro litorale quale volano per lo sviluppo turistico ed economico della città”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-05-2009 alle 17:13 sul giornale del 01 giugno 2009 - 1123 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sant\'Elpidio a Mare, Comune di Sant\'Elpidio a Mare