Porto S. Elpidio: prosegue il progetto Adriatico Mediterraneo Mari d\'Europa

giovanni seneca 5' di lettura 20/11/2008 - Venerdì 21 novembre al Teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio.

Prosegue il progetto Adriatico Mediterraneo Mari d’Europa – Mari delle Marche con cui la Regione Marche ha vinto il bando promosso dal Parlamento Europeo a sostegno del dialogo interculturale, in occasione del cinquantesimo anniversario della prima seduta dell\'Assemblea del Parlamento europeo, e dell’Anno europeo del dialogo interculturale.




L’iniziativa, cofinanziata dal Parlamento Europeo e promossa dalla Regione Marche è attuata dall’Associazione Adriatico Mediterraneo in collaborazione con il Teatro Stabile delle Marche e le amministrazioni locali. Quarto appuntamento con il concerto di Giovanni Seneca in quintetto: Per Aspera – Approdi Mediterranei, venerdì 21 novembre alle ore 21 al Teatro della Api di Porto Sant’Elpidio.




Sul palco con Giovanni Seneca alla chitarra vedremo Isabella Carloni (voce), Michele Scipioni (clarinetti), Eolo Taffi (contrabbasso) e Roberto Belelli (percussioni), il concerto è in collaborazione con TAM – Tutt’Altra Musica. Per Aspera, frammento del noto aforisma “per aspera ad astra” (attraverso le difficoltà alle stelle) di Lucio Anneo Seneca, ha ispirato questo concerto nel quale, in un continuo vagare e mescolarsi di suggestioni musicali idealmente ispirate al mare e ai porti del mediterraneo, si incontrano lingue, suoni e colori diversi. Ogni brano nasce da un ricordo musicale, da un’origine etnica e geografica, ma mentre alcuni si trasformano e si uniscono con altre suggestioni assumendo i connotati di una nuova identità, altri restano ancorati alla loro radice esaltandone l’autenticità.




Le composizioni di Seneca sono ispirate da schegge musicali di diverse culture partendo dal sud Italia si tocca la Spagna , il nord africa, e si arriva fino ai Balcani. La sezione vocale è costituita da una selezione di canti d’amore tradizionali askenaziti, sepharditi, francesi, italiani riarrangiati da Giovanni Seneca e da canzoni originali su testi di Gilberto Severini e Isabella Carloni. Giovanni Seneca è chitarrista, compositore e cantautore, ha studiato chitarra, analisi musicale e orchestrazione, diplomandosi con la lode al conservatorio di Pesaro e specializzandosi all\'Ecole Normale de Musique di Parigi. Si è esibito come solista con varie orchestre tra le quali l\'Orchestra della Rai, l\'Orchestra Nazionale della Accademia di Santa Cecilia, l\'Orchestre des Concerts Lamoreux, l\'Orchestre Symphonique Français, l\'Orchestra Filarmonica Marchigiana, l\'Orchestra Filarmonica di Udine.




Ennio Morricone ha scritto per lui un concerto per chitarra e orchestra già eseguito in prima assoluta a Parigi e poi a Roma Udine e altre città e alcuni brani per chitarra e voce recitante su testi del poeta Franco Scataglini. Specializzato nell\'esecuzione della musica dell\'800 con strumenti originali, può vantare una delle più ricche collezioni di chitarre storiche. Isabella Carloni è attrice e cantante, laureata in Filosofia e diplomata alla Scuola di Teatro di Bologna. Si è formata tra Italia e Francia sviluppando un originale percorso artistico che porta dentro il teatro la centralità del corpo e della voce. E’ co-fondatrice del New Voice Studio Italia, il centro internazionale di alta specializzazione della voce.

Per informazioni: 071.8046325. Ingresso libero.



IL FESTIVAL PROSEGUE A NOVEMBRE: Venerdì 28 novembre alle ore 11 presso l’Aula Magna della Facoltà di Economia di Ancona, l’incontro con Kossi A. Komla-Ebri Il sorriso del vicino presentazione della rivista El Ghibli (prima rivista italiana dedicata alla letteratura della migrazione) partecipa Nerì Marcorè. Sabato 29 novembre (ore 18) presso la Libreria Feltrinelli di Ancona NeroMarche presentazione dell’antologia di scrittori noir marchigiani.



A DICEMBRE: Ad Osimo, Teatro la Nuova Fenice, sabato 6 dicembre (ore 21) lettura teatral-musicale con Erri De Luca Provando in nome della Madre, in collaborazione con associazione Ogni giorno Vale. A Senigallia, Teatro la Fenice, giovedì 11 dicembre (ore 21) Un paese di gente per bene spettacolo teatral-musicale con Gian Antonio Stella e Bebo Storti storie e musica liberamente ispirate al libro “La deriva: perché l’Italia rischia il naufragio”. Venerdì 12 dicembre alle 21 presso la Basilica di Loreto, Ponte di Anime concerto della corale interreligiosa Pontanima (Sarajevo-Bosnia). La mattina di sabato 13 dicembre sempre a Loreto incontro con le scuole medie superiori “La riconciliazione possibile” nell’ambito delle giornate dell’11° Meeting Internazionale Migrazioni.



Il festival Adriatico Mediterraneo – Mari d’Europa, Mari delle Marche si conclude sabato 13 dicembre (ore 21) al Teatro Studio Moriconi di Jesi con l’incontro-lezione di Santino Spinelli Zingari e il concerto dell’Alexian Group Il genocidio dimenticato dei Rom e Sinti. Il festival è promosso dalla Regione Marche, dalla Provincia di Ancona, dal Comune di Ancona, dal Parlamento Europeo, dalla Camera di Commercio di Ancona, con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, del Segretariato dell’Iniziativa Adriatico Jonica, del Forum delle Città dell’Adriatico e dello Jonio, del Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Jonio. Soggetto curatore è l’associazione Adriatico Mediterraneo affiancata dal Teatro Stabile delle Marche.




Durante le giornate del festival sono previsti (in via di definizione) da parte degli artisti incontri con studenti ed insegnanti delle scuole superiori e delle università marchigiane per confrontarsi sui temi dell’integrazione che esprimono i contenuti dell’anno europeo del dialogo interculturale. Gli spettacoli sono a ingresso libero (ad eccezione di quello con Stella e Storti a Senigallia). Per informazioni Associazione Adriatico Mediterraneo 071.8046325.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 20 novembre 2008 - 1033 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, teatro stabile delle marche, mediterraneo





logoEV
logoEV